Gennaio / Febbraio 2009

 

Honda SW-T400, video presentazione stampa
24/02/009 - Un estratto della presentazione stampa a cura di Carlo Sabbatini, responsabile relazioni esterne di Honda Italia, in occasione del lancio europeo tenutosi a Montecarlo dal 19 al 20 febbraio 2009. Un'occasione per farvi vestire i panni del 'giornalista' seguendo la dettagliata descrizione di un nuovo prodotto direttamente dalla 'voce' di Honda Italia.
Nella sezione Modelli trovate il test anteprima >>>

Sfida in pista con pieghe da manuale!
17/02/009 - Che ci si possa divertire anche con piccoli scooter l'abbiamo già visto, ma in questo video taiwanese si aggiunge la sfida in pista. Gli scooter sono due piccoli Yamaha Cygnus 125 e i piloti dei gran manici. Non imitateli su strada!

Track T-800 CDI: enduro, diesel e automatica!
12/02/009 - Spesso ci si lamenta che le moto sono tutte uguali e c'è poca innovazione. Agli olandsi di EVA Products però la fantasia non manca e neppure la caparbietà, visto che il prodotto che vedete in foto non è un prototipo, ma la versione definitiva, denominata 'Black Edition' e pronta per la commercializzazione entro settembre 2009.

Ovviamente il motivo per cui la trovate su CyberScooter è la presenza del cambio automatico CVT, proprio come quello di uno scooter. Adattato ad un motore diesel a tre cilindri da 800cc con turbocompressore e intercooler. Un propulsore molto compatto, come si vede dalle foto, infatti deriva da una piccola auto, la Smart turbodiesel.
La ciclistica sembra un cocktail fra pezzi di maxienduro al top delle gamme BMW e KTM innestati su un telaio originale. Anche le dimensioni non sono esagerate, solo di poco superiori ai competitor citati e il peso dichiarato di 199kg risulta anche inferiore.
Inferiore anche la potenza massima che arriva a 33kW, ma costante da 3.000 a 4.500 giri, con il vantaggio di avere la notevole coppia di 100Nm a soli 3.000 giri. Altro vantaggio inarrivabile per ogni competitor è il consumo, dichiarato, che va da quasi 48km/litro a 90km/h fino ai 21 alla velocità massima di 175km/h.
Da queste caratteristiche si può immaginare che la sua destinazione d'uso è quella dei lunghi raid in giro per il mondo, facendo valere robustezza, autonomia e prestazioni sempre all'altezza, soprattutto su terreni accidentati.
Tutto con l'aiuto del cambio automatico, che semplifica la conduzione turistica nel fuoristrada e rende la guida più rilassante sulle lunghe distanze.
Il vero punto debole, assieme al design un po' massiccio, è il prezzo, fissato in 17.500 Euro, ma vanno considerati i costi di una costruzione praticamente artigianale, l'esclusività del veicolo e anche i bassi consumi...
Non sappiamo se approderà mai in Italia, ma nel caso ci prenotiamo per un test su strada, magari al Colle del Sommelier, nel frattempo il debutto pubblico è atteso al Motosalone di Utrecht dal 26 febbraio al 1° marzo 2009.
LINK: www.dieselmotorcycles.eu

clicca sulla foto per ingrandirla
INCENTIVI AGLI SCOOTER: a chi convengono e a chi no
10/02/009 - Lo scorso venerdì il governo ha approvato un decreto di sostegno all'industria dell'automotive per fronteggiare la crisi, senza dimenticare i motocicli.
Fino alla fine del 2009 si potrà così contare su un bonus di 500 Euro per l'acquisto di un motociclo entro i 400cc a fronte della rottamazione di ciclomotori o motocicli omologati Euro 0 o Euro 1.

Notizia che ha fatto subito salire in Borsa il titolo Piaggio e offre un effettivo vantaggio a chi vuole (o deve) sostituire un vecchio scooter senza valore con un nuovo modello.
Meno appetibile invece per chi ne deve (o vuole) vendere uno di costruzione abbastanza recente, che ne vede ridotto il valore sul mercato dell'usato.
Positiva invece l'analisi dal punto di vista ambientale, grazie alla sostituzione di veicoli potenzialmente più inquinanti, con altri più 'virtuosi'.
Soddisfatta anche l'ANCMA che dalle parole del suo presidente vede addirittura in questa manovra la possibilità d'incrementare le vendite di 120.000 veicoli.
Incrementare? Ma non si doveva soccorrere un settore in crisi? E quello della moto, e dello scooter in particolare sono settori in crisi?
Senza voler disquisire sull'andamento dell'economia internazionale, che non ci compete e di cui si sta parlando già fin troppo ovunque, qualche esperienza nel settore scooter la possiamo vantare.
Ed è proprio tenendo sotto controllo il mercato scooter da una decina d'anni che risulta difficile parlare di crisi.
Se si eccettua il boom dell'anno 2000 dove si sono sfiorati i 400.000 scooter venduti, le vendite si sono infatti sempre attestate intorno ai 260-290.000 pezzi. Quindi in linea con i 268.000 pezzi del 2008, addirittura superiori ai 263.000 del 2002.
È pur vero che il 2009 non è partito con i migliori auspici (come vedremo nell'analisi del venduto, online nei prossimi giorni), ma basta per invocare ed ottenere finanziamenti che poi ricadono sulle tasche di tutti (o quasi) gli italiani?
Ed è poi così necessario, ed ecologico, 'dover' vendere ogni anno più scooter, più auto, più frigoriferi, più telefonini... di quello precedente?

BMW SCT 800 SUPERSCOOTER
05/02/009 - Periodicamente si torna a parlare di un possibile interessamento da parte di BMW al mondo maxiscooter, anche se fino ad ora non è arrivata nessuna voce ufficiale. Questa volta è il designer Oberdan Bezzi a rilanciare la speranza, dopo essere stato il primo ad originarla con il notevole S850RT del 2005. Di seguito la sua presentazione.

"Potrebbe essere così, il nuovo e attesissimo superscooter di Casa BMW.
Dotato di un propulsore bicilindrico frontemarcia 4 valvole da circa 800cc, dalla ragguardevole potenza di quasi 70CV.
Telelever anteriormente, monoammortizzatore sotto al motore dietro, tre freni a disco con ABS, sono solo alcune delle caratterisiche dello scooter che si vuole porre come il più sofisticato sul mercato.
Naturalmente la lista degli accessori sarà chilometrica.
Il prezzo ? Bè è un BMW quindi..."

Oberdan Bezzi
LINK: http://scooterdesign.blogspot.com

clicca sulla foto per ingrandirla

B.O.B. il primo scooter subacqueo!
03/02/009 - Dopo tanto freddo, pioggia, neve, prendiamoci un relax virtuale immergendoci nei mari del sud con questo simpatico scooter subacqueo. Inventato all'inizio degli anni '90 da Andrew Sneath, B.O.B. è l'acronimo di Breathing Observation Bubble, un veicolo che crea una bolla d'aria intorno alla testa del pilota grazie ad una bombola ad aria compressa. Si guida come uno scooter (non ha le marce...) ed è spinto da un silenzioso motore elettrico.
Viene accreditato per una velocità massima di 5km/h e può scendere fino alla profondità di 12 metri, ma il rapporto prezzo/prestazioni è un po' basso visto che supera le 10.000 sterline. Però si può noleggiare in località esotiche come Bahamas, Hawaii e Isole Vergini, ma anche più vicine come Cipro, Egitto o Tenerife... Se ne provate uno, mandateci la recensione!
LINK >>>

Scivolata su una macchia d'olio? Il Comune è responsabile, lo sentenzia la Cassazione.
29/12/008 - By ASAPS
Il tema è dibattuto da tempo: brecciolino, buche, oli dispersi ed ostacoli sono sempre più spesso causa di incidenti o di danneggiamenti, ma la colpa non se la vuole mai prendere nessuno. Serve qualcuno che prima segnali l’anomalia e solo una volta che sia dimostrata l’incuria qualche speranza di risarcimento comincia a prendere forma. Invece la Corte di cassazione ha sancito ieri (27/01/009) che no, la colpa è sempre dell’ente proprietario della strada.

Il caso affrontato dagli Ermellini è a dir poco esemplare di quanto appena detto: una motociclista, nel 1997, scivola a Roma su una macchia d’olio dispersa in via Damiano Chiesa (zona Balduina), riportando gravi ferite. I rilievi della Polizia Municipale confermarono la presenza di sostanze scivolose, che originarono la perdita di aderenza del motociclo e le lesioni sofferte dalla conducente, una frattura frammentaria del braccio, giudicate guaribili con un primo referto di 40 giorni. Dunque, lesioni gravi.
In primo grado la querela della vittima contro il comune venne respinta: l’amministrazione, che aveva appaltato le varie zone della capitale ad altrettante società, negò ogni addebito, convincendo con tale versione dei fatti anche i giudici della Corte d’Appello. La centaura però non si è persa d’animo ed ha proseguito la propria battaglia fino in piazza Cavour, dove i Giudici le hanno inaspettatamente dato ragione, mettendo la parola fine ad una questione che durava da troppo tempo ma che rappresenta una vera e propria pietra miliare della giurisprudenza in materia. Vista da chi si muove con casco e dueruote, è una vera e propria vittoria.
Con la sentenza n. 1.691 il richiamo alle amministrazioni delle grandi città, ma più in generale a tutti gli enti proprietari della strada, è chiaro: nei confronti di chi deve mantenere le arterie stradali c’è una “presunzione di responsabilità per il danno causato dalle cose che si hanno in custodia”, anche se si tratta di beni, come le strade “oggetto di un uso generale e diretto da parte dei cittadini”. Il caso di specie, nel quale l’amministrazione della città ha appaltato tali servizi a terzi, ha condotto la Suprema Corte ad affermare che “la suddivisione in zone comporta per il comune un maggiore grado di sorveglianza e controllo, con conseguente responsabilità per i danni cagionati”. I giudici hanno infine aggiunto che l'impresa appaltatrice dei servizi di manutenzione "non può rispondere direttamente perché il contratto costituisce soltanto lo strumento tecnico per la realizzazione in concreto del compito istituzionale proprio dell'ente territoriale”.
Ora il fascicolo tornerà in Corte d’Appello, che dovrà riaprire il procedimento e stabilire l’entità del danno patito dalla ricorrente. Ma è significativo che, finalmente, le amministrazioni siano definitivamente riconosciute responsabili di troppi dissesti.
All’estero, città come Londra, Parigi, ma anche Madrid, Lisbona o Berlino...
Continua a leggere l'artcolo su: www.asaps.it

Gruppo Piaggio 2009: modelli che arrivano e modelli che vanno, finanziamenti e produzione...
27/12/008 - Con l'inizio del nuovo anno arrivano i listini aggiornati di numerose aziende e fra questi è quello del Gruppo Piaggio a subire il maggior numero di variazioni, non tanto di prezzi che anzi rimangono sostanzialmente invariati, quanto di modelli veri e propri.
Arrivano infatti le novità presentate ai recenti Saloni, ma altri modelli se ne vanno perché datati e/o di scarso appeal.
Vediamo allora chi arriva e chi ci lascia nel dettaglio 'brand per brand':

APRILIA
- Mana 850 ABS è già disponibile presso i concessionari a 10.450 Euro affiancando la versione 'base'.
- Mana 850 GT, anch'essa con ABS, sarà invece disponibile a partire da maggio, ad un prezzo di listino da definire.
- Scarabeo 300 Special arriverà verso fine aprile, inizio maggio ad una quotazione non ancora disponibile, ma che non dovrebbe discostarsi molto da quella del 250ie che andrà a sostituire.
GILERA
- Nexus 125ie
, dotato del nuovo motore ad iniezione elettronica, è già disponibile nelle concessionarie allo stesso prezzo (4.370 Euro) del modello precedente, che va a sostituire.
- le 'colorazioni del centenario' viste ad Eicma, per Fuoco, GP800 e Nexus nelle varie cilindrate, sono già ordinabili presso la rete vendita e la buona notizia è che non hanno sovrapprezzo.
PIAGGIO
- Carnaby Cruiser 300ie
sarà commercializzato a partire da metà marzo, quando scopriremo anche il prezzo
- Liberty S 125/150 non sono più in gamma
- Fly 100 sparisce dal listino, rimangono però 125 e 150
- MP3 125 non viene più distribuito in Italia, del resto è sempre stato poco richiesto e con l'arrivo della gamma LT perde ulteriore appetibilità
- MP3 250/400 RST presentato ad Eicma è invece già disponibile presso le concessionarie, allo stesso prezzo delle versioni che sostituisce
- MP3 250/400 LT affianca la versione RST per soddisfare i possessori di patente B ed è già in vendita allo stesso prezzo.
- MP3 Hybrid è la scommessa 2009 di Piaggio, arriverà a maggio ad un prezzo ancora top secret e sarà il primo scooter commercializzato al mondo con propulsione termica ed elettrica.
- Xevo 125/250 escono di scena, sia per il modesto gradimento che per la 'sovrapposizione' in gamma con l'X7 delle stesse cilindrate, rimane invece il 400ie
VESPA
- GTS 125 Super, con il nuovo motore ad iniezione elettronica, arriverà a metà aprile ad un prezzo leggermente superiore alla GTS attuale
- GTS 250 ABS purtroppo sparisce a causa della scarsità di richiesta, si continuerà a trovare all'estero però, dove la sicurezza è un valore largamente più apprezzato...
- GTV 125 non viene riproposta, confermata invece la 250
- e infine la serie speciale Navy (come tutte le serie limitate) ha esaurito il suo periodo e non è più in vendita.
Tanti cambiamenti per razionalizzare una gamma fin troppo vasta e in primavera non è escluso che si possa vedere anche qualche altra novità!
Buone notizie anche a livello aziendale, con un finanziamento di 150 milioni di Euro da parte della Banca Europea per gli Investimenti, finalizzato a proseguire e rafforzare la ricerca e lo sviluppo di veicoli innovativi ed eco-compatibili.
Continuerà invece, probabilmente in modo parziale e a rotazione, la cassa integrazione a Pontedera, per sopperire alla domanda di veicoli inferiore alle possibilità produttive.

Al Krystall Rally in Norvegia con i Kymco Dink
20/01/009 - Per chi non si 'accontenta' di raduni invernali come l'Elefantentreffen o l'Altes Elefantentreffen,' che si tengono in Germania, esiste il Krystall Rally (il nome dice tutto) che si tiene un po' più a Nord, per la precisione in Norvegia!
E i fratelli genovesi Gigi e Loris Danesin non si sono accontentati, percorrendo i quasi 3500km (A/R), dal capoluogo ligure a Golsfjellet, località del raduno a 230km da Oslo, con il loro Kymco Dink 150! Un mezzo che grazie al peso ridotto e alle gomme termiche si è dimostrato adatto all'impresa anche sotto forti nevicate, su fondo innevato, ghiacciato e con temperature, diurne, fino a -11°!
Quello che vi presentiamo è il terzo ed ultimo video del viaggio, con un'escursione dalla località del raduno ed il ritorno a Genova, ma vi consigliamo di non perdervi il loro sito dove trovate gli altri video, il report dettagliato, il road-book, le foto e tanto altro...
LINK: www.travelbikers.it

NASCE LUCKY 13, LA CAMPAGNA A FUMETTI CONTRO I PERICOLI DELLA STRADA
18/12/008 - Nasce Lucky 13, la campagna di comunicazione a fumetti, finalizzata a promuovere i temi della sicurezza stradale, rivolta a motociclisti e scooteristi, promossa dall’ACEM (l’associazione europea dei costruttori di motocicli) e sostenuta da Confindustria ANCMA.

Sul sito di Confindustria ANCMA, infatti, sono finalmente disponibili i primi due episodi della striscia a fumetti ideata con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza degli utenti delle due ruote circa i potenziali pericoli presenti sulle strade: asfalti rovinati, vernici scivolose, incroci con scarsa visibilità, guard rail ed oggetti fissi non protetti lungo la carreggiata, ossia le mille insidie che minacciano ogni giorno i motociclisti alla guida del proprio mezzo.
Secondo le risultanze del MAIDS (Motorcycle Accident In Depth Study) – la più completa ricerca sull’incidentalità delle due ruote a motore oggi disponibile - circa 1 incidente su 10 è provocato dalle infrastrutture ed in moltissimi casi la presenza di un dispositivo stradale provoca un sensibile aggravamento delle conseguenze dell’incidente.
Le strade dovrebbero essere riprogettate tenendo nel dovuto conto le esigenze degli utenti delle due ruote a motore; nel frattempo però è possibile formare gli stessi utenti fornendo tutte quelle informazioni che permetteranno loro di adeguare i propri comportamenti improntandoli ad una maggiore prudenza ed alla capacità di prevedere i pericoli.
Con questa filosofia nasce Lucky 13, un fumetto realizzato con la collaborazione di istruttori di moto professionisti, che si compone di 13 episodi, ciascuno dei quali affronta un diverso capitolo della sicurezza sulla strada: dagli incroci pericolosi ai pericoli lungo la carreggiata; dalle superfici stradali pericolose alla perdita di liquidi sulla strada; dalle buche ai rallentatori progettati male; dai pericoli notturni a quelli invernali; dai detriti sulla carreggiata alle isole centrali, non correttamente progettate; fino ai dispositivi metallici, alle vernici stradali, alle curve in generale e a quelle a raggio decrescente.
Lucky 13 riprende, dal punto di vista dell’utente, i contenuti della “Linee guida per progettare strade più sicure per le due ruote a motore in Europa”, il manuale tecnico destinato agli addetti ai lavori, amministratori locali, progettisti ed ingegneri del traffico, realizzato dall’ACEM nel 2006 e disponibile in italiano sul sito.
Il fumetto tradotto in italiano può essere scaricato gratuitamente dal sito www.ancma.it e ogni mese, collegandosi allo stesso sito, sarà possibile leggere un nuovo episodio della campagna.
LINK: www.ancma.it

Snow Scooter jump!
07/01/009 - Tanta, troppa neve per affrontarla con un semplice scooter, e allora guardate come se la godono questi pazzi, ma anche abilissimi piloti di motoslitte canadesi
Se poi ne volete ancora, visitate il loro sito: LINK>>>

COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>