Aprile - Giugno 2005

 

Yamaha Morphous
23/06/05 – Per i più accaniti 'surfisti' del web non sarà una novità, perché già presentato in Giappone alcuni mesi fa con il nome di Maxam, ma è una novità per il mercato statunitense dove è stato appena annunciato, con il nome di Morphous.
Questo non ci da maggiori possibilità di vederlo importare in Italia, ma chissà, se piace e Yamaha Italia riceve richieste, non si può neppure escludere.
Si tratta di un esempio estremo della tendenza più in voga in Giappone, detta "low down" per via della linea il più possibile bassa ed allungata. Ed in questo senso Morphus non è secondo a nessuno, neppure a quel suo lontano progenitore dicasi Honda Helix, Fusion, Reflex, Spazio, o CN250 come è conosciuto in Italia dall'inizio degli anni '90.
Un ritorno al passato o forse un'anticipazione del futuro, vista la somiglianza con l'avveniristico Mabrice bi-fuel visto al Tokyo Motor Show del 2003.
Che vi piaccia oppure no, ha caratteristiche interessanti ed un certo fascino.
Intanto la sella è veramente alla portata di tutti con i suoi 655mm, un po' meno l'interasse, che arriva a 1615mm e la lunghezza massima con 2265mm, entrambi addirittura superiori a quelle del Suzuki Burgman 650. Non proprio una piuma, raggiunge il peso di 182kg.
Dispone però di ampi vani bagagli: due nel sottosella, capaci di ospitare un casco integrale e l'antipioggia, uno nel baule posteriore, per un secondo casco ed un capiente scomparto nel retroscudo.
Definito dalla stessa Yamaha 'Tandem Cruiser' non può che avere una sella chilometrica con schienalino per pilota e passeggero e la possibilità di allungare gambe e braccia per una guida ultra rilassante. Scenografica la strumentazione, tutta digitale, seminascosta dall'immancabile manubrio cromato con cavi in vista.
La ciclistica vede ruote da 13 pollici, due dischi freno, forcella a perno 'trascinato' e doppio ammortizzatore posteriore.
Il propulsore è un 249cc con doppio albero a camme e quattro valvole, alimentato ad iniezione elettronica, capace di 15kW di potenza e 21Nm di coppia. Lo stesso che equipaggia il Grand Majesty 250, anch'esso non importato in Italia, ma stretto parente del 'nostro' Majesty 400.
Già disponibile nel mercato giapponese e dal 2006 in quello statunitense, costa rispettivamente 630.000 yen e 5199 dollari, poco meno del concorrente Honda Helix-Fusion, sempre disponibile in entrambi i mercati.

 

Revisione scooter: istruzioni per l'uso
14/06/05 – Da più di due anni la disciplina delle revisioni inizialmente prevista solo per gli autoveicoli è stata estesa ai motoveicoli (art. 1 D.M. 29/11/2002).
A CHI SI RIVOLGE
A noi interessano le regole che riguardano gli scooter cosiddetti “targati”, che giuridicamente rientrano nell’ampia categoria dei motocicli: secondo la definizione del Codice della Strada, essi sono genericamente classificati come motoveicoli a due ruote destinati al trasporto di persone, con motore di cilindrata superiore a 50 cc e in grado di sviluppare su strada orizzontale una velocità superiore a 45 Km/h (combinato disposto degli artt. 52 e 53 D.Lgs. 285/92).
CHE COS’E’
La revisione è diretta ad accertare che i nostri scooter conservino le condizioni di silenziosità, di sicurezza e di ecologia accertati in sede di omologazione.
In particolare sono sottoposti ad esame gli pneumatici, i freni, i dispositivi di segnalazione visiva e illuminazione, la limitazione della rumorosità e delle emissioni inquinanti (art. 79 D.Lgs. 285/92).
QUANDO
La norma del 2002 ha stabilito che i motocicli devono essere sottoposti a revisione periodica per la prima volta nel quarto anno successivo a quello di prima immatricolazione entro il mese di rilascio della carta di circolazione e successivamente ogni due anni entro il mese corrispondente a quello in cui è stata effettuata l’ultima revisione (art. 3, lettera b), D.M. 29/11/2002).
E’ consentita la circolazione anche oltre i termini di scadenza se la prenotazione è stata effettuata entro i termini, fino alla data fissata per la prova. Tale agevolazione non è consentita se la carta di circolazione è stata ritirata, revocata o sospesa.
Se prenotate dopo la scadenza, potete circolare solo il giorno stesso previsto per la prova e soltanto per condurre lo scooter in officina (art. 4, comma 4 D.M. 6.8.1998 n. 408).
A CHI RIVOLGERSI
La revisione può essere eseguita indifferentemente dagli Uffici del Dipartimento per i Trasprorti Terrestri o da imprese di autoriparazione autorizzate dal Ministero delle Infrastrutture (art. 80 D.Lgs. 285/92).
ESITO DELLA REVISIONE
Ai sensi dell’art. 4 del D.M. 6.8.1998 n. 408, si possono verificare tre casi:
1. Esito favorevole: siete liberi di circolare sul vostro scooter per i prossimi due anni, fino alla prossima revisione.
2. Esito sfavorevole senza esclusione dalla circolazione: sulla carta di circolazione deve essere apposto il timbro “Revisione ripetere – Da ripresentare a nuova visita entro un mese”. Il veicolo può continuare a circolare anche oltre la scadenza del termine previsto per la revisione, ma in ogni caso non oltre un mese dalla data di annotazione sulla carta di circolazione dell’esito del controllo, sempre che si sia provveduto al ripristino dell’efficienza e ferma restando l’applicazione delle sanzioni di legge per l’eventuale mancanza o inefficienza dei dispositivi prescritti.
3. Esito sfavorevole con esclusione dalla circolazione: se i difetti riscontrati risultano tali da compromettere la sicurezza della circolazione oppure siano tali da determinare inquinamento acustico od atmosferico, sulla carta di circolazione deve essere apposto il timbro “Revisione ripetere – Veicolo sospeso dalla circolazione fino a nuova visita con esito favorevole. Può circolare solo per essere condotto in officina” nel corso della giornata stessa in cui il timbro è stato apposto.
SANZIONI
Chi circola con uno scooter che non sia stato presentato alla revisione è soggetto ad una sanzione pecuniaria compresa fra € 143 ed € 573, raddoppiabile in caso di revisione omessa per più di una volta o nel caso in cui si circoli con uno scooter sospeso dalla circolazione in attesa dell’esito della revisione.
Da tale violazione discende la sanzione accessoria del ritiro della carta di circolazione (art. 8, comma 14, D.Lgs. 285/92).

 

Legge sulla competitività: - 40 Euro
08/06/05 – Lo scorso 12 maggio il Decreto Legge n. 35/2005 (cosiddetto decreto legge sulla competitività) è stato convertito in Legge e così, per comprare uno scooter nuovo, non è più necessaria l’autenticazione della sottoscrizione da parte del notaio.
Non è una novità, perché la regola era valida da quasi due mesi, ma ora il provvedimento ha acquistato efficacia definitiva, mentre prima rischiava di perdere efficacia sin dall’inizio se non fosse stato convertito in legge entro 60 giorni dalla pubblicazione.
Questa innovazione comporterebbe un risparmio di circa 40,00 Euro nell’immatricolazione di una moto/scooter nuovi, il cui costo mediamente si aggirava intorno ai 250,00 Euro.
Il condizionale è d’obbligo, in quanto non è detto che concessionari o agenzie di pratiche automobilistiche, alle quali si rivolgono i concessionari, non ne approfittino per realizzare un ulteriore guadagno, accaparrandosi quella parte di compenso che fino ad un paio di mesi fa spettava al notaio.
Quindi qualche confronto fra le offerte è d'obbligo, del resto paralndo di competitività...

 


Yamaha X-max 250

19/05/05 – A sorpresa, proprio nel cuore della stagione ecco arrivare una novità decisamente interessante da Yamaha. Purtroppo, e rispondiamo a chi ci ha già interrogato in tal senso, non ci è stata ancora offerta la possibilità di una prova su strada, queste prime considerazioni sono quindi relative all'analisi 'bidimensionale' della sola cartella stampa.
Si tratta di un 250cc sicuramente innovativo, una sorta di trait d'union fra il classico Majesty 250 e l'irriverente Versity 300, cogliendo gli aspetti positivi di entrambi e con evidenti richiami al best seller Tmax 500, non solo nel nome.
Quello che lascia più sbalorditi è un sottosella così capiente: due caschi integrali e non solo, con una linea così filante e sbarazzina. In più la ruota posteriore non è certo ridotta a questo scopo, trattandosi di una 14" con pneumatico di generose dimensioni e la sella non è neppure alta da terra: 785mm che sono poco più del Majesty 250 e meno del Versity 300. Il 'trucco' è stato nell'avanzare il vano bagagli, a parziale discapito del tunnel, ma a tutto vantaggio della distribuzione dei pesi, anche a pieno carico.
A questo proposito, Yamaha dichiara un bilanciamento dei pesi 42-58%, anteriore e posteriore, ben più corretto della media dei competitor e dovuto all'avanzamento di radiatore, serbatoio carburante e batteria.
Ampio vano sottosella e cura ciclistica 'svelano' il progetto ispiratore di X-max: proporre uno scooter dalla guida coinvolgente senza rinunciare alle facilities di uno scooter 'comfort'.
Per chiarire meglio il contesto ciclistico aggiungiamo: ruota anteriore da 15 pollici, freni a disco da 267 e 240mm, forcella a perno trascinato e doppio ammortizzatore posteriore, regolabile. Per completare il quadro dotazione diciamo invece che un secondo vano è presente nel retroscudo, che la strumentazione è completa di display digitale multifunzione, che il cupolino sterzante integra dei comodi paramani e che il passeggero gode di ampie maniglie, pedane retrattili e una sella quasi in linea col pilota.
A muovere il tutto ci pensa un propulsore monocilindrico, Euro 2, da 249,78cc, alimentato a carburatore e raffreddato a liquido, evoluzione di quello utilizzato sul Majesty 250, nei confronti dei quali perde però qualcosa in termini di potenza e di coppia: 14,8kW a 7.500 giri e 20,8Nm a 6.250 giri. Il peso di 164kg non gl'impedisce di raggiungere la velocità massima dichiarata di 125km/h.
Se il nome strizza l'occhio al Tmax, anche le considerazioni estetiche non possono non evidenziare un chiaro riferimento al best seller del momento, in particolare notiamo la riproposizione del 'boomerang' color argento, del musetto col doppio faro e soprattutto la fortunata colorazione gialla. Alcuni 'customer' del Tmax rivendicano poi l'idea dei maniglioni 'tagliati', segno che il centro stile Yamaha non si lascia sfuggire certe indicazioni 'dalla strada'.
In conclusione il prezzo: 4.290 Euro che sono poco più di quanto offerto dalla concorrenza più agguerrita e molto meno di altri pretenziosi 250cc. X-max 250 sarà in vendita dai primi di giugno.
Non ci resta che 'accendere un cero' nella speranza che Yamaha ci offra presto la possibilità di testarlo su strada, mentre un tarlo ci domanda: perché mai non avranno utilizzato il motore 264cc del Versity?

 

 

Giramoto-scooter d'Italia
17/05/05 – Una vacanza alternativa. È quella che lancia anche quest'anno il Moto Club Liberati di Terni il "Giramoto-scooter d'Italia". Tre giorni, dal 23 al 25 giugno 2005, in moto o in scooter tra l'Umbria, il Lazio e l'Abruzzo. I laghi, i monti, il mare. E la buona cucina. Basta solo pensare che la prima tappa, che partirà da Terni il 23 giugno, attraverso il Terminillo e Leonessa raggiungerà Amatrice, la patria dei bucatini all'amatriciana. Seconda tappa il 24 giugno da Amatrice sui monti dell'Abruzzo, il lago di Campotosto, Capodigiovo, Gamberale ed arrivo a Vasto. La terza tappa, sabato 25 giugno da Vasto ad Ortona, a l'Aquila per giungere di nuovo a Terni.
Per informazioni Motoclub Terni Libero Liberati, via Bertani 4, 05100 Terni, tel. 0744403365 www.motoclub-terni.it

MOTOGuinness ed. 05
14/05/0525/26 giugno 2005.
L ’Associazione Supertandem di Ceparana (SP), detentrice di alcuni records mondiali all’attivo (bicicletta più lunga del mondo ’98, salto della corda a “Scommettiamo che” ’01, maggior numero di persone in una macchina ’03-’04, la moto con la sella più bassa del mondo ‘04 ed altri tentativi), in occasione della 3° edizione del “GUINNESS IN THE WORLD” eventi da record, manifestazione che si terrà presso il Parco Comunale di FOLLO (SP) il 17/18/19 e 25/26 giugno 2005, che ha come obiettivo principale, proprio la realizzazione di tentativi di records mondiali, frutto delle più ingegnose idee, organizza il MOTOGuinness ed.’05
Motoconcentrazione con tentativi di records mondiali di raduno del maggior numero di MAXIscooter (almeno 200 partecipanti con scooter di cilindrata superiore a 124 cc.) e del maggior numero di DONNE IN MOTO (almeno 100 partecipanti). Ancora esibizioni di minimoto, trial, minicross, stands commerciali del settore (concessionarie di moto/auto) e delle FF.OO. con parata durante i giri turistici del motoraduno e, tanto altro. Tutti i particolari del programma e le iniziative dell’Associazione, passate e future, sul ns. sito internet www.supertandem.it
La manifestazione, che ha una risonanza internazionale su stampa, tv, emittenti radiofoniche, ecc. conta anche un cospicuo afflusso di pubblico nell’arco della manifestazione e della singola giornata, infatti, fino a tarda ora, per ogni serata, si avrà ristorante, bar, attrazioni varie tipo gruppi musicali, minimoto in notturna ecc. (oltre 25.000 persone nell’edizione ’04)
Il week-end del 17/18/19 (18/19 presenta Jimmy GHIONE di “Striscia la Notizia”), sarà prevalentemente dedicato ai Records da Guinness, mentre il 25 e 26 giugno saranno i motori a tenere banco, nella fattispecie, le MOTO e i MAXISCOOTER.
Un itinerario interessante ci porterà a visitare la cittadina di Sarzana con le sua Fortezza, uno spettacolare percorso ci offrirà la vista sul Golfo dei Poeti, con Portovenere, le isole della Palmaria, del Tino e del Tinetto e San Terenzo, proprio dalla cittadina/contrada marinara di Lerici.
Potrai assaporare i profumi del mare che si avvia alla sua stagione migliore, passeggiando tra i “caruggi” e la passeggiata a mare ammirando magari la maestosità del Castello oltre l’incantevole ed invidiato panorama che Lerici offre.
Non mancheranno le istituzioni locali a mostrare il meglio dei loro posti.
Il Supertandem vuole trascorrere con te alcuni giorni indimenticabili tra l’aroma della benzina, l’odore della natura, i profumi del mare accompagnandoli con manifestazioni motoristiche di corollario, con serate musicali e tantissime attività proprio qui riunite ed in una sola volta sola.
Come nelle migliori occasioni, si vedrà la partecipazione di Aziende espositrici dei migliori marchi motociclistici nonché automobilistici e dei più diversi settori merceologici.
N.B: il programma integrale della manifestazione è su www.supertandem.it

4 Scooter Raduno ad URBANA (PD)
10/05/05 – La PRO-LOCO URBANA, CONSORZIO ATESINO PRO LOCO - U.N.P.L.I. organizza il 4° Scooter Raduno ad URBANA (PD)
Iscrizioni dalle 8.00 alle 9.20 di Domenica 29 Maggio 2005
Partenza dalla piazza nuova di Urbana alle ore 9.30
Durante il percorso, visitata guidata di un favoloso e particolare e sito.
Arrivo ad Urbana previsto per le ore 12.30 con pranzo disponibile presso lo Stand Gastronomico della FIERA DI MAGGIO
Il percorso di 100 Km sarà tutto nuovo e si snoderà tra i colli Euganei e Berici.
A tutti i partecipanti verrà offerto un rinfresco e un simpatico omaggio.
La cilindrata minima per poter partecipare è 125 cc.
La PRO LOCO di Urbana declina ogni responsabilità per eventuali danni e incidenti prima, durante e dopo la manifestazione.
Durante i raduno i partecipanti dovranno osservare rigorosamente il codice della strada.
I nfo line: 3356009711 - info@prolocourbana.it

Corso di primo soccorso organizzato dal Nexus Club Italia
05/05/05 – Il NEXUS CLUB ITALIA sta organizzando un vero e proprio corso di Primo Soccorso ON-LINE che si terrà direttamente sul nostro FORUM a partire dal 16 MAGGIO 2005. Il corso si svilupperà per stadi e alla fine di ogni stadio si svolgerà un test, che se risulterà di esito negativo si ripeterà fino al raggiungimento della valutazione positiva.
verrà creata un'apposita sezione accessibile solo a chi parteciperà al corso dove poter colloquiare con i docenti riguardo gli argomenti del corso, e dove verrà messo on line TUTTE le settimane il test,il tempo di esecuzione del test sarà di 60 MIN e farà fede la postata all'interno dell'area dedicata. La mancata esecuzione del test non darà accesso alla sezione succesiva,gli argomenti saranno:
- Tipi di trauma
- Valutazione della persona
- Primo soccorso alla persona colpita da trauma
- Ferite agli arti
- Amputazioni
- Fratture, distorsioni e lussazioni
- lesioni craniche
- Rimozione del casco ( anche pratico )
- Lesioni traumatiche della colonna
- Lesioni del torace
- Lesione dell'addome
- Ustioni
- Chiamata di soccorso
- Messa in sicurezza della scena Alla fine del corso verrà rilasciata attestazione ufficiale della durata di 2 anni.
Il è completamente GRATUITO, stiamo raccogliendo le adesioni.
VI VERRA' CONSEGNATO IL MATERIALE SU CUI STUDIARE IN FORMATO ELETTRONICO. RICEVERETE DEI FILES IN FORMATO PDF.
UNA VOLTA RICEVUTI I FILES AVRETE UN TEMPO PRESTABILITO PER STUDIARE A SECONDA DELL'ARGOMENTO. SI STABILIRA' ANCHE UN GIORNO ED UN'ORA PRESTABILITA PER IL TEST CHE SI TERRA' SUL FORUM.
(ES. oggi riceverete il materiale su: TIPI DI TRAUMA e il giorno 06/05/2005 alle ore 21:00 si terrà il TEST sul forum nella sezione dedicata al corso. Quindi il giorno 06/05/2005 alle ore 21:00 ci si dovrà collegare al forum, 118sem ci darà il test e da li avremo un certo tempo per rispondere alle domande. Farà fede l'orario del messaggio postato, quindi se la risposta verrà data del tempo prestabilito verrà conteggiata, altrimenti è come se non si fosse risposto. Terminato il test 118sem dirà chi ha passato il test e chi no. Chi non avesse passato il test dovrà ripeterlo, mentre chi lo avrà passato riceverà il materiale sul nuovo argomento, cioè VALUTAZIONE DELLA PERSONA e così via ).
la parte pratica si farà durante un raduno oppure presso l’associazione nazionale in una sede locale visto che ci sono istruttori in tutta Italia.
Con questo corso chi vuole, a seconda del motoclub provinciale, potrebbe e dico potrebbe prendere parte a motostafette in cui si richieda corsi di primo soccorso " es. giro d'italia ", maratone, cicloturismo,motoraduni, rally, ecc, ecc
Per maggiori informazioni sugli argomenti del corso potete visitare il sito www.aife.it

 

Due Ruote per l’Orsa Maggiore
03/05/05 – Domenica 22 Maggio 2005 si svolgerà a Biella il nostro raduno nazionale denominato " Due ruote per l' Orsa Maggiore", III° Memorial Ernestino e Paolo.
L' intero ricavato sarà devoluto in beneficenza alla struttura Orsa Maggiore: una struttura di assistenza e accoglienza (Hospice) per pazienti oncologici gestita dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, Sezione Provinciale di Biella. 
La quota di iscrizione di 10 euro per persona sarà interamente devoluta all’Hospice Orsa Maggiore, struttura realizzata dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, Sezione provinciale di Biella. Tutti gli iscritti riceveranno un ricordo della manifestazione ed avranno diritto a colazione, aperitivo e spaghettata.
LE ISCRIZIONI SARANNO CHIUSE AL RAGGIUNGIMENTO DI 250 ISCRITTI.
Programma:
08,30 Ritrovo in Biella centro -Piazza Martiri della Libertà-
10,30 Partenza giro turistico di 10km circa, con destinazione il paese di Sordevolo.
11,30 Visita guidata al locale anfiteatro all’aperto.
12,00 Aperitivo e premiazioni.
13,30 Spaghettata in compagnia per festeggiare insieme i “primi” 10 Anni del V.C. Biella (’95 – ’05)
15,00 Saluti.
Cogliamo l’ occasione per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alla scorsa edizione (2004) del nostro raduno. La Vostra partecipazione ci ha permesso di devolvere in beneficenza, alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Sezione Provinciale di Biella)  la somma di 4000 Euro
Vi aspettiamo numerosi!!!!!
Il Vespa Club Biella con la collaborazione di:
Motoclub Avilianum, Lambretta club, Piemonte e Valle d’ Aosta

 


SCOOP: Gilera Nexus 850!

14/04/05 – Che le cilindrate dei maxiscooter siano destinate a crescere ancora è un sospetto/desiderio che abbiamo in molti, ma che possa essere Piaggio a rilanciare il gioco sembra essere confermato da questa immagine 'transitata' sul forum degli amici del Nexus Club.
Le plastiche sono ancora grezze e camuffate, ma è facile riconoscere lo stile del Gilera Nexus 500 e questo ci fa pensare che si tratti proprio del futuro Nexus 850.
Il motore che s'intravede è infatti il bicilindrico Piaggio già visto sulla Gilera Ferro, lo si nota dal basamento e dal punto dov'è infulcrato il forcellone. Si tratta di un bicilindrico a V di 90° raffreddato a liquido, con distribuzione monoalbero ed alimentazione ad iniezione elettronica. La potenza dichiarata, alla presentazione del motore (Eicma 2001) era di 62,5kW a 8.000 giri per 81,3Nm di coppia a 6.500 giri. Quanto al cambio, dovrebbe trattarsi della prima applicazione commerciale di quanto sperimentato sulla Ferro, cioè una trasmissione servoassistita elettronicamente che permette un utilizzo tutto automatico oppure l'inserimento delle marce, presumibilmente sei, a proprio piacimento, con la possibilità d'intervenire addirittura sulla spaziatura dei rapporti e sul freno motore attraverso la centralina elettronica. La trasmissione finale è a cinghia gommata, come sulle Buell, e sarebbe la prima apparizione in campo scooter, ammesso che abbia ancora senso chiamarlo così!?
Il raffreddamento sembra assicurato da due radiatori che si riconoscono ai lati dello scudo, mentre lo scarico utilizza due terminali con un voluminoso tubo di compensazione.
Passando alla ciclistica, il telaio dovrebbe essere in tubi con il propulsore in funzione semiportante. La forcella anteriore è di tipo a perno trascinato, mentre al posteriore sembra abbandonata la soluzione Power Drive per una classica coppia di ammortizzatori. La frenata utilizza tre dischi, non sappiamo se in modo tradizionale o integrale. Le ruote sono di diametro differenziato con un posteriore da 14-15pollici e un anteriore da 16 o addirittura 17 pollici con pneumatici presumibilmente radiali.
Passando alle sovrastrutture si nota una disparità fra l'anteriore protettivo e la coda sfuggente, che sembra svelare un discreto vano bagagli davanti agli ammortizzatori. Il tunnel centrale raggiunge praticamente l'altezza della sella celando il cilindro anteriore, ma una pur vaga fisionomia 'da scooter' viene mantenuta. La sella del pilota appare non troppo alta, mentre il manubrio rialzato suggerisce una posizione ben più turistica che sul modello 500. Poco traspare della strumentazione che sembra di tipo analogico a doppio strumento, mentre gli specchi retrovisori sono prelevati direttamente dal modello attuale.
Adesso non ci resta che aspettare, sperando che il lancio non sia lontano, che il prezzo non sia stratosferico e che Piaggio non se la prenda per l'indiscrezione e c'inviti presto per dirvi in anteprima come va!

COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>