Settembre 2008

 
SCOOP: le novitÓ del Gruppo Piaggio ad Intermot 2008
30/09/008 - I Saloni autunnali si avvicinano velocemente e altrettanto intensamente cresce la curiosità su quali saranno le novità dalle varie Aziende. Qualcosa vi abbiamo già svelato in articoli precedenti ed oggi è il momento del Gruppo Piaggio, con i modelli che saranno presentati ad Intermot. E non è tutto, visto che qualcosa si vedrà anche a Milano.

Iniziamo con APRILIA, che decide di far debuttare al Salone tedesco la Mana 850 in versione semicarenata con plexiglass regolabile. In effetti tempo fa l'avevamo data per poco probabile, ma le ultime indiscrezioni sembrano confermarla al 90%. Un'ottima notizia, che allargherà il pubblico potenziale dell'automatica veneta ad 'ex' scooteristi e motociclisti esperti, poco attratti dal segmento naked. E speriamo che assieme alla protezione aerodinamica arrivi anche la sicurezza dell'ABS.
Di novità scooter invece non si dovrebbe vedere nulla, tutto rimandato a Milano speriamo.
Passando a PIAGGIO possiamo mostrarvi due immagini dell'MP3 250 LT che è stato presentato qualche giorno fa alla stampa transalpina. Un modello, anzi due, perché sarà disponibile anche con la motorizzazione 400, che non vedremo in Italia, perché realizzato espressamente per i mercati francese e tedesco. In pratica, grazie all'allargamento di 45mm della carreggiata anteriore, potranno essere immatricolarli come 'trike' (tricicli a motore) ed essere guidati direttamente con la patente B. In Italia non arriveranno perché per questo tipo di veicoli l'ingresso in autostrada è interdetto fino a 500cc, limitandone quindi troppo pesantemente il raggio d'azione.
Conviene osservare ugualmente con attenzione le immagini, perché anticipano il restyling che si dovrebbe vedere a Milano per una gamma tutta rinnovata: "125ie", "125 ibrido", "300ie" e 400cc. Innanzitutto arriva un parabrezza finalmente degno di questo nome, poi cambia il design della griglia anteriore, il passeggero guadagna lo schienalino e la sella ha un nuovo profilo. La novità più interessante riguarda però la ruota posteriore, che nel 250 cresce a 14 pollici, come sul 400.
Altra novità, che riguarderà anche il mercato italiano, è l'evoluzione del motore Leader da 125cc montato inizialmente proprio sull'MP3, che passa dall'alimentazione a carburatore a quella ad iniezione e guadagna anche la gestione elettronica dell'acceleratore 'ride by wire', novità assoluta per il mondo scooter. Cambiano anche il sistema di raffreddamento ed il motorino d'avviamento. Tutte novità che derivano dalla versione 'ibrida' che vedremo a Milano in versione definitiva.
L'ultima novità riguarda VESPA, e in particolare Vespa S che sarà disponibile anche motorizzata 150cc. Poi ci sarebbe anche il nuovo motore 50cc quattro tempi ad iniezione, sempre sulla Vespa S, ma come sapete non trattiamo 'cinquantini, quindi non ve l'abbiamo detto.
A risentirci da Intermot!

Clicca sulla foto per ingrandire

CUSTOM: ancora dal Giappone, scooter sempre più folli
27/09/008 - Una slide-show con mmagini prese dai Saloni, dai raduni ufficiali e da quelli spontanei o semplicemente dalla strada con scooter sempre più folli ed esagerati, il tutto con la colonna sonora, 'inevitabile' degli 'Scooter', una techno-band tedesca. Foto e montaggio sono di LARC0

Conclusa dopo 3358 miglia la Scooter Cannonball Run 2008
25/09/008 - Negli Stati Uniti non giranno certo tanti scooter come in Italia, ma i pochi appassionati si danno comunque parecchio da fare, e visto che il paese è molto più grande del nostro, ecco che anche le iniziative si dilatano per migliaia di chilometri.

La Scooter Cannonball Run, nata nel 2004 è un 'raid' biennale riservato a scooter di cilindrata inferiore a 252cc, che propone l'attraversamento del paese, da una costa all'altra, nel tempo massimo di dieci giorni.
Quest'anno i 28 partecipanti sono partiti da San Francisco in California l'11 settembre e percorrendo la highway 50 sono arrivati ad Ocean City nel Maryland.
L'iniziativa ha anche un risvolto competitivo, basato sul rispetto di medie chilometriche stabilite e la partecipazione è suddivisa in tre classi: scooter con cambio meccanico fino a 200cc (Lambretta e Vespa), oppure automatici fino a 190cc o sempre automatici ma fino a 250cc.
La classe più affollata è stata quest'ultima, ma il vincitore assoluto proviene dalla classe intermedia, ha lo pseudonimo di OopsChunkThud e ha utilizzato un Sym HD 200.
Ovviamente quello competitivo è solo uno degli aspetti di questa lunga cavalcata, che inizia mesi prima con la meticolosa del veicolo, e anche propria (sono circa 500km al giorno...), per culminare in dieci intensissimi giorni fatti di strada, emozioni, condivisione, scoperte etc. e continua anche dopo godendosi il ricordo e/o preparandosi alla prossima!
Se volete saperne di più, seguite il link al sito ufficiale, dove trovate anche i link ai blog dei singoli partecipanti con le foto e i racconti più dettagliati.
LINK: www.scootercannonball.com

Immagini tratte dalla pagina Flickr di Pistol Pete. Thank!
Novità 2009: Un motore inedito e quattro nuovi modelli da Kymco
23/09/008 - Kymco si fa ogni anno più aggressiva e anche per il prossimo Salone di Milano, si annuncia come l'azienda più dinamica e prolifica, almeno stando alle novità annunciate nel comunicato stampa già pubblicato, confrontate con quanto dichiarato dai competitor (e dalle poche indiscrezioni trapelate fino ad ora).
Si parla infatti di ben 4 nuovi modelli, di un motore interamente nuovo e di altri rinnovati, oltre all'imminente commercializzazione dell'ammiraglia MyRoad 700.
Prodotti che si vanno fra l'altro ad inserire in una gamma fra le più articolate del settore.

Il modello più innovativo sembra essere Downtown 300i, soprattutto perché porta al debutto un motore monocilindrico da 300cc effettivi, completamente nuovo. Una mossa a sorpresa, a distanza di solo un anno dalla presentazione del 270cc che equipaggia People S ed Xciting 300i. Una mossa che appare però 'giustificata' dalla dichiarazione che sarà "molto più potente" dell'attuale 270cc (già ai vertici del suo segmento) e che presumibilmente punterà a competere con l'attuale leader (quanto a potenza e coppia) Honda da 279cc montato sull'SH 300i. Una sfida importante, per la quale l'azienda taiwanese ha sviluppato una testata a quattro valvole abbinata ad un "raffinato sistema di iniezione elettronica", con un raffreddamento a liquido abbinato ad un radiatore separato per l'olio e ad una trasmissione di "di nuova concezione a cinghia corta e dal materiale ad alta resistenza". Sono informazioni riprese dal comunicato stampa, visto che al momento non sono disponibili altri dati o immagini, ma sufficienti a destare parecchio interesse.
In particolare per chi aspetta uno scooter di dimensioni medie, ma curato, capiente e dotato come un 400cc, magari con prestazioni paragonabili, ma con prezzo e costi da segmento inferiore. Un prodotto non certo facile da realizzare e forse per questo non ancora proposto da nessuno, ma che a nostro avviso avrebbe notevoli potenzialità di gradimento.
E di potenzialità sembra mostrarne anche Downtown 300i, a partire da un sottosella in grado di ospitare due caschi integrali, con altri vani nel retroscudo e grazie alla strumentazione mista analogico/digitale con tanto di indicatore per la pressione degli pneumatici.
Ancora poche le informazioni sulla ciclistica, quasi sicuramente con motore oscillante, abbinata a ruote da 14 e 13 pollici.
Naturalmente un aspetto fondamentale lo giocherà il design (di cui vedete un particolare del faro anteriore), affidato alla matita dell'italiano Massimo Zaniboni, che per Kymco ha già firmato l'Agility R16, e per Mondial la ben più aggressiva Starfighter.
In gamma andrà ad affiancare l'Xciting (connotato più sportivamente), puntando a 'sostituire', con un netto passo in avanti, il Grand Dink.
Non correte dai concessionari però, perché la commercializzazione non è prevista che per la primavera inoltrata del 2009 e solo in seguito verrà affiancata dalla versione da 125cc con un altro nuovo motore ad iniezione. E passerà ancora più tempo prima che entrambi questi nuovi motori possano approdare al resto della gamma...
Like 125, altro modello e altro segmento, quello degli scooter 'neoclassici', con il difficile compito di far concorrenza a Vespa, ma anche a Sym Fiddle II. Inevitabilmente sarà il design a giocare il ruolo principale (di cui vi offriamo un particolare della coda), e ancora Zaniboni a raccogliere la sfida. Massima classicità per motore e ciclistica, con il monocilindico a due valvole raffreddato ad aria già montato sul People S, ruote da 12 pollici, impianto frenante a doppio disco, con in più il bauletto di serie. Commercializzazione ad estate 2009.
Se per le due novità appena presentate la distribuzione in Italia è assicurata e anzi sono stati realizzati con particolare attenzione proprio al nostro mercato, per i due modelli che seguono molto dipenderà dall'accoglienza ad Eicma di pubblico e forza vendita.
Agility RS è infatti una rivisitazione in ottica 'sportiva' dell'Agility 125 con ruote da 12 pollici. Come è facile immaginare la 'sportività' è riferita più al design che alle prestazioni, visto che tecnicamente lo scooter rimane lo stesso, ma questi allestimenti sembrano piacere molto, soprattutto nei mercati emergenti. Fondamentale sarà comunque il prezzo, particolarmente contenuto, come per tutta la gamma Agility, grazie alla produzione localizzata in Cina.
Ultimo protagonista è il Movie S 125/150, dove quella 'S' contraddistingue una rivisitazione, anche qui in senso 'sportivo', del conosciuto e più tranquillo Movie. Qui però oltre al design si è lavorato anche sul motore, con il debutto di due nuovi monocilindrici da 125 e 150cc alimentati ad iniezione elettronica, pur mantenendo il raffreddamento ad aria, e con trasmissione "di nuova concezione a cinghia corta e dal materiale ad alta resistenza", già citata. La ciclistica vede poi ruote da 12 pollici e impianto frenante con doppio disco.
Per il momento è tutto, e non è poco... a risentirci da Eicma!

 
Giorgio Bettinelli ci ha lasciato per un ultimo viaggio
18/09/008 - Se n'è andato improvvisamente il 16 settembre, pare a causa di un'infezione contratta sulle rive del Mekong, in Cina, dove risiedeva dal 2004 assieme alla moglie Yapei. Difficile trovare ora le parole per ricordare un viaggiatore nel senso più puro, più estroso ed imprevedibile che si possa immaginare.

Meglio ricordarlo attraverso le sue stesse parole;
"Ecco il vero problema per un vespista di lungo raggio: una volta partito non riesce più a stare fermo! Quella gioia ineffabile dell’allontanarsi; quell’arrivare di sera in un villaggio dal nome sconosciuto o familiare, e sapere già che l’indomani sarai in un altro villaggio o città o cittadina, e il giorno dopo ancora in un altro lontano da quello del giorno prima; e la consapevolezza altrettanto ineffabile che tutto questo possa continuare per mesi, per anni, sulle ali di un eterno, immutabile presente, con il viaggio che si fa da solo chilometro dopo chilometro, che si dipana come il filo di una matassa; con la strada che più si allunga e più diventa corta, e più ti si accorcia tra le mani e più vorresti che si allungasse, perché non è ancora abbastanza… Do you know what I mean?"

E attraverso un video di presentazione del suo ultimo libro:

LINK: www.giorgiobettinelli.com - www.feltrinellieditore.it - www.adventureone.it

TURISMO: 'Surfando' l'America con una Vespa GTS
16/09/008 - Sembrerebbe difficile conciliare nello stesso viaggio la passione per il surf con quella per lo scooter, invece Joshua Saxe non si è fatto problemi e grazie ad un ingegnoso supporto laterale ha caricato la sua tavola su una Vespa GTS ed è partito da Chicago per un viaggio con destinazione 'sud'...

Destinazione un po' vaga forse, ma un'ottima idea per lasciare spazio all'improvvisazione e al sentirsi liberi, lontano da una vita che per molti è fin troppo pianificata.
E il ragazzo sembra passarsela bene, sempre in allegra compagnia, passando a trovare tanti amici o conoscendone di nuovi, almeno guardando le tante foto che potete trovare sul blog.
Le tappe già pubblicate sono St. Louis nel Missouri, Amarillo in Texas, Gallup nel New Mexico, Flagstaff, Sedona, Jerome e Phoenix in Arizona per poi passare in Messico superando San Carlos, Santa Rosalia, Abreojos, Punta Tortuga, Asucion...
LINK: www.scooterdiaries.net

 
13/14 settembre, Serramazzoni (MO): "Per Claudio", per ricordare le vittime dei guard rail
12/09/008 - Appennino Modenese, 15 settembre 2007: un motociclista percorre, con un gruppo di amici, la SP3. Non e' uno "spericolato", ma un padre di famiglia di 52 anni. La sua velocità è sicuramente inferiore a quanto previsto dal Codice della Strada. In una semicurva, perde il controllo del mezzo e scivola verso il ciglio della strada: una caduta che avrebbe potuto risolversi con un grosso spavento e qualche danno, se a pochi metri non ci fosse stato uno spietato assassino ad attenderlo.

Claudio sbatte contro il GUARD-RAIL, e per lui non c'è più nulla da fare. Gli amici assistono impotenti all'ennesima tragedia della strada, che ha come VITTIMA un altro di loro.
I Guard-Rail sono tra i peggiori pericoli che i Motociclisti devono affrontare ogni giorno, perchè a causa della loro conformazione, progettata senza considerare la possibilità di impatto di un corpo, possono causarne la morte per decapitazione, per trauma o l'amputazione degli arti ad una velocità inferiore ai 30 kmh.
Il 13 giugno 2008 i membri del CEN (Comitato Europeo per la Normalizzazione) hanno approvato un documento che impone l'aggiornamento degli standard di sicurezza delle barriere (guardrail), che dovranno quindi tenere conto dei motociclisti, riducendo i rischi di lesioni e di morte.
Con questa nuova "Parte 8" nella norma EN1317, le autorità responsabili delle strade in tutta Europa non avranno più scuse per non installare dispositivi di protezione, ovunque sia necessario per evitare che i motociclisti possano rimanere menomati o uccisi in seguito all'impatto con le barriere di sicurezza.
Per ricordare Claudio Ambrosi e per spingere verso l'adeguamento delle infrastrutture alla nuova norma l'Ass. Coordinamento Motociclisti e l'Ass. Motovacanze organizzano, sabato 13 Settembre 2008, in comune di Serramazzoni (MO), un momento di riflessione e denuncia, che culminerà alle ore 11,00 nel piazzale del ristorante "La Roccia" a Montagnana, con una cerimonia religiosa e con la posa, da parte dei partecipanti, di speciali protezioni (ProMBS) sulla barriera killer che causo' la morte di Claudio.
Un simbolo della possibilita' concreta di evitare che questa tragedia possa ripetersi ancora.
COORDINAMENTO MOTOCICLISTI - WWW.CMFEM.IT

 
Novità 2009: "CK13" è il nome in codice del prossimo scooter Malaguti
11/09/008 - Dopo le anticipazioni Honda e Yamaha basate solo su nuove colorazioni, ci voleva un'azienda italiana per mostrare la prima immagine di uno scooter che vedremo al Salone di Milano ad inizio Novembre e che si troverà nei negozi entro la fine dell'anno.

Per il nome definitivo bisognerà aspettare il debutto, visto che "CK 13" non è altro che la sigla di progetto e quel '13' potrebbe far riferimento al diametro delle ruote, proponendosi quindi come scooter compatto a ruote medie, creando così una 'gamma urbana' con il Centro 125 e 160, di cui condivide i propulsori.
Chi non 'stravede' per gli scooter a ruote alte, potrà così trovare un veicolo dalla sella più bassa, dal vano sottosella più capiente e dallo scudo con cupolino di serie decisamente più protettivi.
La ciclistica si basa sul classico telaio in tubi con motore oscillante e pedana piatta, forcella telescopica e doppio ammortizzatore posteriore, con freni a disco su entrambe le ruote. I propulsori sono da 125 e 154cc, raffreddati a liquido e alimentati ad iniezione elettronica, in grado di erogare rispettivamente 8,7 e 10,1kW.
Abbiamo anche un'anticipazione sul prezzo, che per il 125 dovrebbe orientarsi sui 2.500 Euro.
Una scelta, quella di presentare uno scooter compatto a ruote medie, che pare controcorrente rispetto alle indicazioni dal mercato, dove lo spazio per veicoli di questo tipo è sempre più ridotto, ma che farà felice chi è alla ricerca di uno scooter più maneggevole ed eclettico dei tanti 'ruote alte'.
E per il resto della gamma? Non se ne parlerà fino all'anno prossimo.

Clicca sulla foto per ingrandire
Novità 2009: Torna il giallo per lo Yamaha Tmax 2009 e...
09/09/008 - Anche Yamaha annuncia in questi giorni le novità 2009, purtroppo si tratta di novità che riguardano solo il mondo moto, mentre per gli scooter abbiamo solo variazioni alle colorazioni e nessun nuovo modello o restyling, a meno che siano rimandati ad Eicma...

La notizia che farà più contenti gli appassionati di Tmax 500 è che ritorna la versione di colore giallo, non la tinta della versione 2001, ma una tonalità definita 'Extreme Yellow' che sembra tendere leggermente al 'senape', anche se ovviamente bisognerà aspettare di vederlo dal vivo. Non una novità assoluta comunque, visto che era già disponibile sul mercato giapponese e nord americano. Assieme al giallo arriva poi un nuovo argento, definito High Tech Silver. Meno contenti, forse, per il ritocco ai prezzi che crescono di 200 Euro, sia per la versione 'base' che per quella ABS, raggiungendo rispettivamente quota 9.395 e 9895 Euro.
Due nuove colorazioni anche per l'X-max 250, Aluminium Slate e Thunder Blue, mentre il Midnight Black viene ora abbinato a particolari in nero opaco. Per la versione 125, il colore Aluminium Slate si abbina alla sella 'deep red' e sarà disponibile anche il Competition White e Midnight Black.
Per il piccolo Vity arriva il colore Gun Metallic, mentre Cygnus X e Majesty 125 si rinnovano in tutti i colori, il primo con Midnight Black (con nuove grafiche), Crystal Graphite e Bell Flower e il secondo con Classy Stone, Fine Silver e Quarry Grey (con sella deep red).
Purtroppo al momento l'unica immagine disponibile è quella relativa al Tmax 500, per gli altri modelli bisognerà aspettare le cartelle stampa aggiornate.
Ci siamo soffermati sui colori perché sono le uniche novità annunciate, anche se qualche sorpresa ad Eicma potrebbe arrivare, proviamo quindi a fare qualche ipotesi:
PROBABILE: un aggiornamento del Majesty 400, visto che sono passati ormai cinque anni dal lancio del primo modello, che le vendite sono in leggero calo e che non sono state segnalate nuove colorazioni.
POCO PROBABILE: il resto della gamma, anche se un'ipotesi sull'X-Max l'avevamo fatta, ma l'aggiornamento delle colorazioni e il successo di vendite sembrano escluderlo. Almeno fino a che non arriverà un nuovo motore, magari da 300cc.
OUTSIDER: in gamma manca un modello compatto ed economico con ruote da 16" per combattere l'Honda SH 125/150 e una sorpresa in tal senso potrebbe essere gradita. Poi abbiamo tre modelli interessanti e già disponibili all'estero, il nuovo e sofisticato Majesty 250, l'appariscente Maxam 250 e l'originale BW's 125 che in Italia non sfigurerebbero.

 
Novità 2009: nuove colorazioni per Honda DN-01 e...
07/09/008 - Ogni anno diventa più difficile scoprire in anticipo le novità autunnali delle varie case, da questo punto di vista l'estate che sta finendo è stata infatti veramente avara di scoop. Escludendo naturalmente i 'fake' di cui abbiamo letto qua e là, come un Piaggio GT850 o un maxiscooter BMW motorizzato Kymco, che invece non vedremo nei prossimi Saloni, almeno al 99,9%!

È Honda ad aprire le danze annunciando ufficialmente alcune novità, di stampo motociclistico però, in particolare riguardo le supersportive da 600 e 1000cc che adotteranno il rivoluzionario sistema frenante ABS-CBS elettro-idraulico di cui vi abbiamo già dato anticipazione.
Per la DN-01 arrivano due nuove colorazioni, il Pearl Sunbeam White, che vedete in foto e che era già disponibile per il mercato giapponese e un inedito Sword Silver Metallic, il 'tradizionale' argento metallizzato che non può mancare in casa Honda.
Nessuna news invece per il mondo scooter e maxiscooter, almeno per il momento, ma ci riesce difficile immaginare che non verrà presentato nulla.
Vediamo allora di ipotizzare alcune novità credibili che potrebbero essere annunciate entro l'anno in corso:
MOLTO PROBABILE: il Silver Wing è sicuramente il più accreditato ad un rinnovamento significativo, essendo rimasto praticamente immutato dalla sua presentazione ad Intermot nel lontano 2000, con vendite ormai al lumicino per il 600, mentre il 400 si difende piuttosto bene.
PROBABILE: gli SH 125i e 150i sono datati 2005 e anche se vendono ancora tantissimo potrebbe essere venuto il momento di un aggiornamento, oltre che nel design, magari all'impianto frenante e migliorando la capacità di carico.
ABBASTANZA PROBABILE: la Deauville 700 è un'ottima moto da turismo, ma vende veramente poco e visto che il rivoluzionario cambio della DN-01 le calza a pennello (il motore è lo stesso), perché non fare un trapianto?
POCO PROBABILE: tutto il resto della gamma
OUTSIDER: potrebbe essere importato il PS250, uno scooter molto originale, che in un mercato 'alla moda' come quello italiano, avrebbe qualche chance.

 
CUSTOM: preparazioni estreme da Puerto Rico
04/09/008 - Il tuning estremo non è certo un monopolio degli appassionati giapponesi e in questo video potete vedere cosa va di moda nella piccola isola caraibica di Puerto Rico.
Motori turbocompressi, cromature, altoparlanti e monitor ovunque, ma anche un Daelim 125 carrozzato Hayabusa e un dragster autocostruito con quattro ruote e due motori da scooter affiancati!
Trovate altri video sul canale YouTube di GUARE1

COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>