Gennaio - Marzo 2005

 

6° Memorial Spadino
29/03/05Traforo del Monte Bianco, 2 aprile 2005 - Per ricordare Pier Lucio “Spadino” Tinazzi e chiedere alle istituzioni più attenzione alla sicurezza dei motociclisti sulle strade.
Chi era Pier Lucio Tinazzi, che gli amici chiamavano Spadino? Pier Lucio era originario di Morgex, un piccolo centro in provincia di Aosta, una quindicina di chilometri del Traforo del Monte Bianco. Aveva 33 anni ed era dipendente della STMB, la società italiana che, insieme alla consociata francese ATMB, gestiva il tunnel. Spadino vi era impiegato come addetto alla sicurezza: tra i suoi compiti c’era quello di percorrere la galleria per controllare che tutto – soprattutto i dispositivi di sicurezza - fosse in ordine. Per svolgere il suo lavoro utilizzava una motocicletta. Il 24 marzo 1999 un camion prese fuoco all’interno del tunnel, che in poco tempo si riempì di fumo denso e nero, trasformandosi in una trappola mortale per gli occupanti dei veicoli rimasti bloccati nella galleria. Le squadre di soccorso dei Vigili del Fuoco che da entrambi i lati cercavano di penetrare nel tunnel per portare in salvo le persone intrappolate dal fumo e dai rottami dei veicoli bruciati, non riuscivano ad avanzare.
In questa situazione difficile, Spadino prese la moto e scomparve nel fumo che usciva dal Traforo. Poco dopo lo videro tornare con una persona seduta dietro di lui. La fece scendere e tornò dentro, in cerca di qualcun altro da portare in salvo. Nessuno sa quante volte si ripeté la scena , né quante persone debbono la vita a Spadino. L’unica cosa certa è che il suo ultimo tentativo non andò a buon fine: probabilmente il fumo era ormai troppo denso anche per lui che il tunnel lo conosceva palmo a palmo e così, vista l’impossibilità di guadagnare l’uscita, con il camionista che voleva soccorrere in una cabina di sicurezza. Da lì si mise in contatto con la sala controllo, ma non ebbe il tempo di comunicare la sua posizione perché nel frattempo il fuoco aveva distrutto ogni collegamento. Chiusi là dentro potevano resistere circa due ore, ma i soccorsi li raggiunsero molto più tardi, quando ormai per loro non c’era più niente da fare.
Spadino, che grazie alla sua moto era riuscito a salvare delle vite, non è riuscito a salvare la propria.
Per questo, ogni anno centinaia di motociclisti si ritrovano davanti al Traforo del Monte Bianco per ricordarlo e per chiedere più impegno nella sicurezza delle strade ed una speciale attenzione per la sicurezza dei motociclisti. Per questo, ogni anno noi siamo lì.
Programma della giornata:
appuntamento alle 15:00 a Morgex;
- ore 15:30 partenza del corteo
- ore 16:00 circa arrivo sul piazzale del Traforo e inizio cerimonia
(interventi, deposizione dei fiori)
- ore 17-17:30 fine della cerimonia e trasferimento nel vicino piazzale della funivia
(rinfresco offerto da Celtics Road prospect Mc Aosta).
Per maggiori dettagli e informazioni su alberghi e ristoranti, consultare il sito del Coordinamento Motociclisti.

 

Un sito per monitorare il prezzo della benzina
22/03/05 – Prezzibenzina è un sito creato per gli automobilisti ed aggiornato dagli automobilisti. L'idea è quella di poter aggiornare in tempo reale il prezzo di tutti i distributori di benzina, diesel e gpl. Per fare questo è indispensabile il contributo di tutti: ognuno inserisce i prezzi del proprio benzinaio di fiducia per poi poterli confrontare con quelli vicini. Così facendo diventa possibile risparmiare sostanzialmente sul pieno.
www.prezzibenzina.it

 

Concenteracion Megascooters LUCENTUM
03/03/05 – Saludos compañeros!
Desde el MC Alacant tenemos el placer de anunciaros que en Marzo, los dias 4, 5 y 6 tenemos preparado para todos los megascooteros un fin de semana espectacular.
Teneis toda la informacion sobre esta reunion de megascooteros en nuestra web: www.megascooteralacant.com
¡Os esperamos!
Saludos
Enrique Molina

 

LOMBARDIA: Targhe alterne dal 15 al 18 febbraio
14/02/05 – Purtroppo è così. Nella riunione a cui hanno partecipato, oltre al Presidente della Regione, anche tutti i sindaci dei comuni interessati è stato deciso di riattivare il meccanismo delle targhe alterne nel tentativo di ridurre la quantità del PM 10 nell'atmosfera.
D’altra parte per gli amministratori locali non vi erano alternative al fine di scongiurare il blocco totale della circolazione.
Il sindaco di Milano, quindi, e quelli di tutti i comuni delle zone critiche di Como-Sempione, Bergamo e Brescia ha disposto le targhe alterne per altri quattro giorni, da martedì 15 a venerdì 18 febbraio dalle ore 8 alle ore 20.
Queste le disposizioni:
Martedì 15 potranno circolare le targhe dispari
Mercoledì 16 potranno circolare le targhe pari
Giovedì 17 potranno circolare le targhe dispari
Venerdì 18 potranno circolare le targhe pari
Esclusi:
motoveicoli e ciclomotori ad emissione nulla: motore elettrico.
Motoveicoli e ciclomotori alimentati a carburanti gassosi: metano e GPL.
Circolano a targhe alterne:
Motoveicoli e ciclomotori omologati ai sensi della direttiva 97/24/CEE e successiva.
Motoveicoli e ciclomotori dotati di motore a quattro tempi.
Rimangono bloccati, come da disposizione precedente, motocicli e ciclomotori con propulsore a due tempi non omologati ai sensi della direttiva 97/24/CEE e successiva
Ovviamente il provvedimento vale anche per gli autoveicoli, ma con una deroga particolare, ovvero: le auto omologate in base alla direttiva Cee 91/441 e successive, possono circolare anche con l’ultimo numero della targa non autorizzato se con almeno 3 persone a bordo. Al contrario le motociclette (97/24/CEE >) con a bordo due persone non godono della stessa opportunità, ci chiediamo per quale motivo?
In base al Codice della strada, il mancato rispetto delle targhe alterne comporta una multa di 71 euro
Da non dimenticare, naturalmente, che domenica 20.2 è previsto il blocco totale della circolazione ad esclusione dei soli motoveicoli ad emissione nulla o a carburanti gassosi.
>>> L’ordinanza del sindaco di Milano
>>> L'ordinanza della Regione Lombardia

 

Blocchi del traffico e targhe alterne 2005
25/01/05 – Targhe alterne e blocchi del traffico: chi circola e chi no.
Senza entrare nel merito dell'efficacia o meno dei provvedimenti adottati dalle varie Amministrazioni, ci sembra che le 'semplificazioni' riguardanti marmitte catalitiche, normative Euro, 2 e 4 tempi abbia generato una certa confusione.
Prima regola: non fidatevi troppo dei riassunti più o meno 'creativi' dei mezzi d'informazione e degli Enti preposti, entrambi non hanno alcun valore legale e spesso contengono inesattezze che potrebbero rivelarsi 'costose'.
Per questo motivo, oltre ad un breve riassunto, speriamo realistico, linkiamo la normativa relativa, che vi consigliamo di leggere attentamente e magari portare con voi.
Non siamo in grado di coprire tutti i comuni, ma ci limiteremo ai principali, ovviamente il tutto è relativo ai soli motoveicoli.

REGIONE LOMBARDIA
(zona critica unica Milano/Como/Sempione e nelle zone critiche di Bergamo e Brescia)
- Blocchi totali
domenica 23 gennaio, domenica 20 febbraio.
Esclusi:
motoveicoli e ciclomotori ad emissione nulla: motore elettrico.
Motoveicoli e ciclomotori alimentati a carburanti gassosi: metano e GPL.
- Blocchi parziali
Dal 10 gennaio al 28 febbraio, dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:00 alle 10:00 e dalle ore 16:00 alle 19:00.
Esclusi:
motoveicoli e ciclomotori ad emissione nulla: motore elettrico.
Motoveicoli e ciclomotori alimentati a carburanti gassosi: metano e GPL.
Motoveicoli e ciclomotori omologati ai sensi dlla direttiva 97/24/CEE e successiva.
Motoveicoli e ciclomotori dotati di motore a quattro tempi.
- Targhe alterne
Giovedì 20 gennaio e giovedì 10 febbraio, blocco targhe dispari
Giovedì 27 gennaio e giovedì 3 febbraio, blocco targhe pari
Esclusi:
motoveicoli e ciclomotori ad emissione nulla: motore elettrico.
Motoveicoli e ciclomotori alimentati a carburanti gassosi: metano e GPL.
Circolano a targhe alterne:
Motoveicoli e ciclomotori omologati ai sensi dlla direttiva 97/24/CEE e successiva.
Motoveicoli e ciclomotori dotati di motore a quattro tempi.
Link: delibere targhe alterne
Link: tutte le delibere
Link: strade escluse dai blocchi
Link: qualità dell'aria in Lombardia

REGIONE EMILIA ROMAGNA
(Province, Comuni capoluogo e Comuni superiori a 50.000 abitanti)
- Blocchi parziali
Dal 7 gennaio al 31 marzo 2005, il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 08.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.30.
Non possono circolare: ciclomotori e motocicli a due tempi Euro 0
- Targhe alterne
Dal 7 gennaio al 31 marzo 2005, dalle 08,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 19,30.
Nei giorni pari circolano le targhe pari, nei giorni dispari quelle dispari. L'alternanza riguarda motocicli e ciclomotori ad esclusione di quelli elettrici e ibridi (con motore termico e motore elettrico), oppure funzionanti a metano e Gpl.
Link: Accordo di programma
Link: Provvedimenti provinciali

COMUNE DI FIRENZE
centro abitato di Firenze e del Galluzzo
- Blocchi parziali
Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2005, il martedì, mercoledì e giovedì dalle 08.00 alle 19.00.
Non possono circolare: ciclomotori 2, 3 ruote non omologati in conformità alla direttiva 97/24/CE
- Targhe alterne
Mercoledì 19 gennaio dalle ore 09:00 alle 17:00, blocco targhe pari
Mercoledì 26 gennaio dalle ore 09:00 alle 17:00, blocco targhe dispari.
Non possono circolare: ciclomotori 2, 3 ruote non omologati in conformità alla direttiva 97/24/CE
- Blocco totale 2006
dal 1° gennaio 2006 dal lunedì alla domenica dalle ore 00.00 alle ore 24.00, è previsto il divieto definitivo per ciclomotori non omologati in conformità alla direttiva 97/24/CE
Link: blocchi parziali
Link: targhe alterne
Link: blocchi 2006
Link: Trasporti e viabilità

COMUNE DI ROMA
nella ZTL "Fascia Verde"
- Targhe alterne
Tutti i giovedì dal 13 gennaio al 31 marzo, dalle ore 09:00 alle 12:00 e dalle ore 15:00 alle 19:00.
Nei giorni pari circolano le targhe pari, nei giorni dispari quelle dispari.
L'alternanza riguarda motocicli e ciclomotori a 2, 3 e 4 ruote, sia a 2T che a 4T, non conformi alla direttiva 97/24 e successive.
Link: blocchi
Link: mobilità

• COMUNE DI BOLZANO
Link: limitazioni

• COMUNE DI FERRARA
Link: limitazioni

• COMUNE DI PADOVA
Link: limitazioni

• COMUNE DI PAVIA
Link: limitazioni

• COMUNE DI RAVENNA
Link: limitazioni

• COMUNE DI RIMINI
Link: limitazioni

• COMUNE DI TORINO
Link: limitazioni

• COMUNE DI TRENTO
Link: limitazioni

• COMUNE DI VERONA
Link: limitazioni

• COMUNE DI VICENZA
Link: limitazioni

 

TROFEO NAZIONALE MAXI SCOOTER 2005
13/01/05 – Sono lieto di portare alla Vostra attenzione i contenuti di questa attivit· sportiva che avr· inizio nella stagione motociclistica 2005.
Il progetto mira ad avvicinare alle manifestazioni motociclistiche l'utenza dei maxi scooter ossia chi utilizza questo mezzo per soddisfare le quotidiane esigenze lavorative e di tempo libero.
Ha dunque le pretese di porsi, non con un esasperato spirito tecnico-agonistico, ma come confronto tra coloro che quotidianamente utilizzano questi mezzi.
Il regolamento tecnico mira, particolarmente, a restringere il margine d'intervento sui mezzi in quanto lo spirito guida del trofeo ¿ quello di entrare in pista con il mezzo che si utilizza tutti i giorni avendo ora (per il fatto di gareggiare in circuito) la possibilit· di scoprire e comprendere i limiti prestazionali di cui nessuno dei normali utenti ¿ a conoscenza.
Come sappiamo tra di Noi regna unanime la convinzione che per raggiungere determinate soddisfazioni di guida si debba necessariamente ricorrere a modifiche esasperate di assetto, telaio, motore che permettano di soddisfare l'agognato sogno del contatto meniscale con l'asfalto.
L'utenza deve comprendere che nel contesto urbano esistono limiti strutturali (vuoi per la qualit· dell'asfalto, vuoi per le anomalie che esso presenta, vuoi per l'assenza totale di gommatura delle traiettorie, vuoi per la presenza di ostacoli fissi) che costituiscono un picchetto psicologico e oggettivo alla libera espressione di guida.
La convinzione di chi vi st· parlando ¿ che ponendo gli interessati in un contesto di sicurezza psicologica, per l'assenza di barriere architettoniche ( motociclisticamente parlando) gli stessi possano finalmente trovare la giusta tranquillit· per esprimersi e concentrarsi nella guida e comprendere finalmente i limiti prestazionali (mai esplorati prima) del loro mezzo.
Si mira, dunque, con questa formula a raggiungere un doppio obiettivo ossia:
1. Migliorare la tecnica di guida dei partecipanti ( che gareggiano con un mezzo approssimativamente identico, tecnicamente parlando, a quello che normalmente guidano in strada ) e dunque la sicurezza nella guida e la padronanza del mezzo;
2. Contribuire alla maturazione della consapevolezza che determinati limiti di guida si possono raggiungere solo in impianti fissi e dunque raggiungere lo scopo piˆ importante ossia quello ”educativo”.
Per quanto riguarda la formazione sportiva i piloti iscritti al trofeo saranno invitati a partecipare a riunioni, le cui date e orari saranno comunicate agli interessati con congruo anticipo, durante le quali verranno illustrate le procedure di svolgimento delle gare e commentati i regolamenti federali. Verranno inoltre comunicate le date dei turni di prove libere, cui si consiglia vivamente di prendere parte, durante le quali personale specializzato illustrer· le tecniche di guida in pista.
Si mira dunque, sportivamente parlando, ad istruire i piloti fornendo loro cognizioni che, oltre a quanto sopra esposto, gli permettano di orientarsi all'interno di tutti gli autodromi che li portino a conoscenza delle diverse figure federali che sovrintendono lo svolgimento delle manifestazioni motociclistiche, delle modalit· di reclamo avverso contestazioni della Direzione Gara o del personale federale etc. e di quanto altro sia necessario sapere in modo che l'attivit· di pilota si svolga con la massima trasparenza. Auguro a tutti i Piloti una stagione piena di soddisfazioni.
Il promotore SANGUINATO Ortenzo
www.trofeomaxiscooter.it

 

COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>