Maggio/Giugno 2009

 
Honda Faze 250/250 ABS: novità per il mercato giapponese
29/06/009 -
Non è un prototipo, ma un modello entrato a far parte da pochi giorni della gamma giapponese, di cui al momento non è prevista l'esportazione. Lo scooter comunque appare interessante, con un look che cerca nuove strade, richiamando il frontale del futuro Honda V4 (apparso da qualche giorno sui principali portali motociclistici), una linea mediana che sa di SW-T e un retrotreno dalle linee 'motociclistiche' con un piccolo faro e gli indicatori di direzione applicati.
La base ciclistica è quella dell'ultima versione del Forza, da cui riprende il caratteristico telaio con leveraggio flottante per il perno del forcellone, la forcella con steli da 35mm, il doppio ammortizzatore posteriore, le ruote da 13 pollici e l'impianto franante combinato CBS con dischi da 256 e 240mm disponibile con o senza l'ABS.
Anche il motore altri non è che un'evoluzione di quello del Forza 250, di cui conserva interamente l'architettura monoalbero a 4 valvole e raffreddamento a liquido, ma che guadagna un pizzico di grinta grazie a potenza (17kW) e coppia (23Nm) leggermente cresciute. Il cambio CVT è di tipo tradizionale, quindi non troviamo una versione con modalità Drive, Sport e 7 marce che caratterizzano il Forza EX.
Non troviamo neppure il sistema keyless e la coda rastremata riduce lo spazio bagagli ad un solo casco integrale e ad altri oggetti anche molto lunghi. Ampi invece i vani nel retroscudo e piuttosto dotato il quadro strumenti, che rinuncia al contagiri, ma non all'ampio display digitale.
Il manubrio non poteva essere che in tubi a vista, come obbliga la moda giapponese e finalmente il blocchetto d'accensione si posiziona orizzontalmente alla base del manubrio.
Nella gamma giapponese rappresenta una soluzione più economica rispetto al Forza, con un risparmio superiore al 10%, questo potrebbe significare una quotazione di circa 4300 Euro per la versione 'base' e di 4700 per quella ABS, nel caso d'importazione nel nostro paese.
LINK: www.honda.co.jp/FAZE
clicca sulla foto per ingrandirla


Lo scooter-dragster più veloce è automatico!
25/06/009 -
L'inglese Dave Hoy del Team Dwarf Racing ha stabilito il nuovo record mondiale di accelerazione sul 1/4 di miglio (402 metri) della pista di Santa Pod (GB) con il tempo di 11,9037 secondi, uscendo alla velocità di 108,27 mph (173,81 km/h). Niente male per un 'ex' 125cc!
Le gare di accelerazione in Italia non se le fila nessuno, figuriamoci quelle di scooter, ma all'estero, soprattutto Germania e Gran Bretagna, hanno un certo seguito di appassionati. Gli scooter automatici però hanno sempre avuto vita dura contro le elaboratissime Lambretta portate a 250cc.
Da qualche anno però il centro elaborazioni TDR Scooters di Wellingborough, nel Northamptonshire (a Nord di Londra), ha lanciato la sfida, lavorando senza sosta al progetto Red Dwarf. Uno specialissimo scooter con telaio artigianale e motore a due tempi derivato da un Piaggio Hexagon 125, che è stato via via stravolto fino ad arrivare ai 172cc attuali, grazie ad un kit Malossi e tanto altro...
Per saperne di più visitate il sito di Pete Hoy e date un'occhiata anche al progetto Blue Dwarf, su cui era montata la telecamera che filma il record del fratello: http://homepage.ntlworld.com/peteh1/index.html
clicca sulla foto per ingrandirla


Video: salita a Campo Imperatore (AQ)
23/06/009 - Ripercorriamo, assieme a 'Streets 2006' e al suo Suzuki Burgman 650, la bellissima strada statale 17bis che sale a Campo Imperatore. Uno dei luoghi più spettacolari e originali che si possono incontrare in Italia, non lontano da L'Aquila. Un vasto altopiano di origine glaciale posto a circa 2000 metri, soprannominato il 'piccolo Tibet' per la somiglianza, 'in scala ridotta', con le vastità dell'altopiano asiatico. Ed è, inevitabilmente, una meta imperdibile per scooteristi e motociclisti, da non far mancare assolutamente al proprio 'palmares'.
LINK: Campo Imperatore
LINK: Streets2006

BMW X Bike: progetto elettrico a 3 ruote basculanti da 240km/h
18/06/009 -
Il progetto è del designer canadese Jacobus Marx che l'ha ipotizzato brandizzato BMW e con il nome di X Bike, una 'x' che nasconde una concentrato di innovazioni tali da proporlo contemporaneamente come veicolo urbano ad emissioni 'zero' e come fun-bike ad alte prestazioni.

Gli elementi su cui verte il progetto sono infatti: 3 ruote basculanti, basse emissioni, protezione, modularità e prestazioni.
- Le 3 ruote che s'inclinano a centro curva sembrano essere diventate la base di ogni progetto o studio di design degli ultimi anni, grazie all'ottimo mix di compattezza, stabilità, sicurezza, leggerezza e originalità. In questa interpretazione, le ruote 'accoppiate' vengono posizionate al retrotreno, soluzione forse non ottimale per la migliore tenuta di strada in curva, con in più una limitata possibilità d'inclinazione, almeno da quanto si vede nei rendering.
- Le basse emissioni inquinanti sembrerebbero assicurate dall'assenza di motore termico in favore di due motori elettrici, abbinati a super condensatori ceramici utilizzati come batterie.
- La protezione, di tipo 'atmosferico', è affidata ad un'affusolata carenatura integrale, che consente l'accesso a pilota e passeggero, sollevando il tetto-parabrezza, mentre non abbiamo informazioni sui livelli di protezione attiva e passiva.
- La modularità risulta evidente dalle immagini dove si vedono i differenti assetti utilizzabili a seconda dell'ambito d'utilizzo e delle prestazioni richieste. X Bike infatti può accucciarsi sulle tre ruote come un 'siluro' per le massime prestazioni, oppure sollevarsi, compattandosi, per muoversi in città offrendo maggiore visibilità e facilità di parcheggio (soluzione introdotta da Toyota con i-Swing).
- Le prestazioni dichiarate hanno sicuramente il ruolo di attirare interesse sul progetto, ma ci si potrebbe 'accontentare' di molto meno, visto che i due motori arrivano ad erogare ben 80kW per una velocità massima di 240km/h accelerando da 0-100km/h in meno di 4 secondi.
Alla fine però un dubbio rimane, ovvero come si guida quest'aggeggio? Dalle immagini che vi mostriamo e anche da quelle disponibili nel portfolio dell'autore, infatti non c'è traccia di manubrio, volante o cloche... si guiderà col pensiero?
LINK: Jacobus Marx

clicca sulla foto per ingrandirla

Flickr: immagini di scooter a NAPOLI
16/06/009 - Terza puntata, dedicata a Napoli, sulle immagini di scooter nei contesti urbani tratte da Flickr. Circa 300 immagini, ad oggi, che ritraggono come vengono vissuti gli scoter nella creativa e inconfondibile città partenopea. Scooter nuovi, vissuti o da rottamare, guidati con il casco o anche senza, da soli, in due o anche in tre... e poi le persone, i volti, i vicoli, il traffico, il lungomare, la 'monnezza', i monumenti e qualche moto infiltrata, ma tutto sempre sotto 'o sole!

4MC: prototipo a 4 ruote basculanti... in vendita!
11/06/009 -
In realtà non si può comperare in concessionaria, ad essere in vendita è il progetto, compreso il prototipo perfettamente funzionante, di questo 'veicolo' a 4 ruote basculanti fino a 45 gradi, con motore solidale al telaio in posizione centrale, quattro freni a disco, largo solo 580mm...
L'idea è venuta a Nick Shotter, ingegnere e titolare della Four Wheeled Motorcycle Company Limited, ma anche ex courier londinese (una sorta di Pony Express con moto di media cilindrata), esperienza che gli ha permesso di toccare con mano quanto sia comodo e indispensabile, ma anche potenzialmente pericoloso, muoversi nel traffico su due ruote con ogni condizione meteo.
Detto fatto, nel 1989 inizia una meticolosa progettazione che nel 2000 vince il DTI Smart Award come studio di fattibilità, nel 2002 presenta il progetto a numerosi produttori nell'ambito dell'automotive e dal 2004 al 2008 costruisce il prototipo funzionante che possiamo vedere all'opera nel filmato.
Da notare che il propulsore utilizzato è lo Yamaha 400 del Majesty, che viene montato in posizione centrale, solidale al telaio (ottima soluzione per centralizzare le masse) e che la trasmissione finale alle ruote posteriori è a cinghia dentata, sgravando così le ruote dal peso del motore, come avviene negli scooter tradizionali.
In più il progetto 4MC consente di bloccare il veicolo in verticale, per stare in piedi da solo o anche per muoversi a basse velocità sfruttando l'equilibrio offerto dalle quattro ruote, ma può anche essere bloccato a qualunque grado d'inclinazione, fino ad un massimo di 45 gradi.
Ovviamente il prototipo vuole solo mostrare la fattibilità del progetto e non si cura del design o delle molteplici applicazioni che ne potrebbero scaturire. Dotato di carrozzeria completa di tetto sarebbe una perfetta alternativa all'auto, con un propulsore potente e un'estetica aggressiva sarebbe il mezzo ideale per esibirsi in 'drifting' infiniti in pista, ma potrebbe adattarsi a mezzo di trasporto compatto per merci (lo spunto iniziale di Dick) o persone (un moto-taxi a quattro ruote) etc.
Un prodotto sicuramente affascinante, che sembra poter coniugare sicurezza a divertimento, grazie all'incredibile stabilità anche in condizioni di aderenza estremamente precaria. Tutto confermando una larghezza complessiva di soli 580mm, inferiore a quella di parecchie moto e scooter e quindi in grado di muoversi nel traffico proprio come un due ruote o un Piaggio MP3. Speriamo che quanto prima possa diventare realtà e che Nick ci inviti a provarlo!
clicca sulla foto per ingrandirla

Altre info e video sul sito uffciale: www.4-mc.co.uk
Altri 4 ruote basculanti: Yamaha Tesseract, Sbarro Pendolauto, Lumeneo Sfera,

Honda Silver Wing GT 600: debutta in Giappone. E in Italia?
09/06/009 -
Venerdì 5 giugno è stato presentato alla stampa giapponese il nuovo Honda Silver Wing GT 600, che riprende il design e le piccole innovazioni che abbiamo visto sull'SW-T 400.

In Giappone infatti anche il modello da 400cc ha mantenuto la denominazione Silver Wing, con l'aggiunta di GT, e di piccole differenziazioni come la sella, che rimane regolabile e le pinze freno, che nella versione ABS, sono in color oro.
Questa nuova versione da 600cc porta però alcune innovazioni a livello motoristico, la prima è una riduzione del consumo di carburante nell'ordine del 9% (30km/lit a 60km/h), la seconda è il tasto 'mode' al manubrio, che consente di selezionare una differente mappatura dell'iniezione per un leggero incremento di coppia ai regimi medio-bassi. Quest'ultima in realtà non è una novità per il mercato interno, visto che equipaggiava già il 'vecchio' Silver Wing fin dal 2006, come anticipatovi dal Tokyo Motor Show 2005.
Ovviamente le domande che sorgono spontanee sono: arriverà in Italia? E se si quando? Domande a cui per il momento Honda Italia risponde con un diplomatico "stiamo valutando".
Allora cerchiamo di capire quali possono essere gli ostacoli e i vantaggi/svantaggi di una sua importazione in Italia.
Il primo ostacolo è tecnico, visto che il motore 600 di cui stiamo parlando non è omologato secondo le normative Europee, ma sarebbe facilmente superabile.
Il secondo, più importante, è capire che possibilità avrebbe di farsi spazio nel mercato, considerando che l'attuale 600 ha venduto solo 94 esemplari nei primi 5 mesi dell'anno (contro i 780 dell'SW-T400). E considerando anche che il prezzo 'stracciato' del 600 attuale, cioè 7.200 Euro, sarebbe destinato inevitabilmente a crescere di circa 1.000 Euro.
Certo, va anche considerato che la novità del restyling e la 'chicca' della doppia mappatura potrebbero anche dare 'una mossa' ad un veicolo altrimenti destinato al pensionamento.
Per sapere cosa deciderà Honda Italia bisognerà però aspettare quasi sicuramente il Salone di Milano in autunno, nel frattempo chi fosse interessato, può cominciare a fare pressione sulla rete vendita, che riporterà sicuramente le informazioni a chi di dovere.
E naturalmente CyberScooter terrà le antenne ben sintonizzate sull'argomento!

clicca sulla foto per ingrandirla
Tutte le novità IN&OUT del mese di GIUGNO
04/06/009 - Pensavate che i giochi fossero fatti e tutte le novità 2009 fossero già dai concessionari? E invece no, qualcosa deve ancora arrivare e non sono tutti modelli annunciati, ma anche anteprime assolute come i nuovi..
.

Aprilia Scarabeo 125ie/200ie (nuova versione)
I 'piccoli' della gamma Scarabeo stanno per essere rinnovati (e questo è uno scoop!) grazie a nuovi propulsori con alimentazione ad iniezione elettronica, in sostituzione degli attuali modelli a carburatore. Non abbiamo ancora immagini (la foto si riferisce all'attuale modello) e caratteristiche tecniche, ma quanto prima avremo la possibilità di testarli su strada, quindi tenete d'occhio il sito!
Dai concessionari invece arriveranno entro la fine del mese e naturalmente le quotazioni sono ancora top secret.
Garelli XO' 125/150 (nuovo modello)
Sono stati una piacevole sorpresa ad Eicma 2008: stilisticamente originali e curati per costruzione e finiture, rappresentano il nuovo corso del marchio Garelli dopo il discutibile (per il marchio e gli appassionati) esordio degli anni scorsi. Adesso sono pronti per la commercializzazione e vengono proposti a 2150 e 2250 Euro, rispettivamente nelle cilindrate 124,6 e 152cc. Rammentiamo che si tratta di scooter compatti con ruote da 16 pollici e doppio freno a disco, dotati di propulsori ad iniezione elettronica e raffreddamento ad aria, limitati solo da potenze molto modeste.
Peugeot LXR 125/200 (nuovo modello)
Dopo averli annunciati da Eicma 2008 li abbiamo testati il mese scorso nel centro di Milano, ma dai concessionari arrivano solo in questo mese di giugno. Un po' tardi per ben figurare nelle classifiche di vendita 2009, ma lo scooter franco/taiwanese è valido da tutti i punti di vista: elegante, scattante, dotato e si guida bene, tanto che potrebbe diventare il best seller dell'azienda del leone.
Yamaha Majesty 400 ABS (nuova versione)
Lo presentiamo ormai da tre mesi... solo che la versione ABS arriva dai concessionari solo in questo mese quindi eccovi la segnalazione. Per leggere il test su strada (purtroppo della versione senza ABS) cliccate QUI, per la SuperScheda con dati tecnici e video QUI.

clicca sulla foto per ingrandirla
Prototipo Treruote - TERCYCLO
02/06/009 - Di Italo Federico Sciacca, FUORISERIEDESIGN

Nasce da alcune considerazioni e dalla ricerca sui veicoli alternativi condotta dal designer Italo Federico Sciacca, con l’intento di sviluppare una categoria "ibrida" di veicoli, che accolga in se i vantaggi e i requisiti atti a soddisfare le lacune dell’attuale mercato, con un veicolo che cerca di dare delle risposte ai problemi di congestione nei tratti urbani e suburbani. Da qui nasce TERCYCLO.

L’IDEA
Concepito come un veicolo funzionale, TERCYCLO permette di svolgere una mobilità utilitaristica tipo casa-lavoro o casa-scuola, con motorizzazioni benzina/GPL o puramente elettrico.
La possibilità di scelta motoristica dipende dall’utilizzo che l’utente farà del veicolo, che per sua natura potrà consentire un impiego turistico a corto e medio raggio, oppure un utilizzo sportivo e divertente.
Di fatto si tratta di un veicolo a tre ruote con un’impostazione di guida tipica dei moderni maxiscooter ma con la sicurezza dei tre ruote.
TECNICA
Questo consente di ottenere un ingombro stradale molto ridotto rispetto ai veicoli a quattro ruote, garantendo, però, una stabilità e un controllo del mezzo in movimento superiori ai veicoli a due ruote.
In termini di agilità le due ruote anteriori permettono una facilità di manovra che non ha nulla da invidiare a qualsiasi altro veicolo delle stesse dimensioni.
In sintesi TERCYCLO soddisfa la necessità di conciliare sicurezza e agilità, garantendo un ottimo rapporto fra consumi e prestazioni con il motore a benzina/GPL con le seguenti di cilindrate 50cc, 125cc, 250cc.
La possibilità di avere motorizzazioni varie e con cilindrate in sintonia con l’esigenze del cliente, da la possibilità di scelta che è proporzionata alle prestazioni desiderate: le cilindrate più economiche da utilizzare per uso cittadino dove servono minori prestazioni, potenza e velocità, mentre quelle più elevate per i tratti extra urbani.
SICUREZZA
In ultima analisi TERCYCLO offre anche una declinazione sportiva e divertente ma dai connotati di sicurezza molto più vicini al settore automobilistico che motociclistico.
Il telaio in acciaio con rollbar incorporato, ed un sedile con cintura a sei punti di tipo sportivo, contribuisce alla sicurezza del veicolo nelle condizioni di utilizzo giornaliero.
A questo si aggiunge la possibilità di un tetto che chiude l’abitacolo per un maggior confort di guida durante il periodo invernale sotto la pioggia e protetti dal freddo.
Dalle nostre ricerche di mercato si evince che TERCYCLO potrà soddisfare in futuro l’esigenza di spostamento di più del 30% della popolazione di qualsiasi stato.
TERCYCLO è un veicolo innovativo, di qualità e al giusto prezzo, le sue dimensioni sono:
Lunghezza: 2300mm.
Larghezza: 1430mm.
Altezza: 1180mm.
TERCYCLO ringrazia per la collaborazione nella realizzazione del primo prototipo la:
- ECIE per la fornitura della strumentazione e fari
- TECNOTIG di Pietro e Stefano Celli per la costruzione e assemblaggio completo del prototipo
- UAB HIPERTECH di Marco Marchesi per la consulenza tecnica e progettazione del telaio e sospensioni
- FUORISERIEDESIGN di Italo Federico Sciacca per lo studio ed il design del TERCYCLO.
- NUOVA SI-SA-TRE di Eric Simonini per il modello e gli stampi in compositi
Testo e immagini: Italo Federico Sciacca, FUORISERIEDESIGN
Per info: info@fuoriseriedesign.com

clicca sulla foto per ingrandirla
CIAO GIORGINO, OMAGGIO A GIORGIO BETTINELLI
28/05/009 -
AL TEATRO SAN DOMENICO IL 30 MAGGIO ALLE 21.30
Ingresso ad offerta libera, l'incasso verrà devoluto per la ricostruzione del Teatro Stabile d'Abruzzo.

Direzione di Francesco Edallo, con la partecipazione di: OVERDREAMS, PIAZZA DELLE ERBE, LIFT OFF, NICOLA FERRARI, RAFFAELLE ARDIA.
E' PREVISTO UN ITINERARIO PER I VESPISTI con ritrovo al BAR PARKO di Viale Europa a Crema alle 17.00 e partenza da Piazza Garibaldi alle ore 19.30 fino al Teatro San Domenico.
DAL 28 AL 30 MAGGIO MERCATO AUSTROUNGARICO, Andrea Haero Fabellini realizzerà su pannelli un lavoro dedicato a Giorgio Bettinelli,sarà possibile seguire l'artista al lavoro.
APERITIVI IN MUSICA AL BAR PARKO CON ROCK'AKREMA
Da sabato 6 giugno dalle 19.00 riparte la storica collaborazione tra Rock'akrema e il Bar Parko con 6 concerti acustici che in qualche modo sono collegati agli eventi dedicati a Giorgio Bettinelli del 30 maggio e del 21 giugno.
IL 21 GIUGNO VESPA RADUNO ORGANIZZATO DA ROCK'AKREMA IN COLLABORAZIONE CON L'AGRITURISMO LE GARZIDE di Crema con concerti delle band di Rock'akrema e altre sorprese, in omaggio a Giorgio Bettinelli.
E' stata consegnata, dal promotore Lorenzo Franchini, in data 13 maggio all'assessore alla Politiche Giovanili del Comune di Crema la raccolta di firme per intitolare una via di Crema a GIORGIO BETTINELLI.
Testo da:
www.rockakrema.it
Locandina da: www.myspace.com/giorgiobettinelli

clicca sulla foto per ingrandirla
Trofeo Nazionale Maxiscooter: prove libere per maxiscooter a Vallelunga
26/05/009 -
Stiamo definendo un gruppo di 50 possessori di maxiscooter (modificati e originali) , con più di 18 anni, muniti di patente di guida, tuta e casco, guanti, stivali e possibilmente paraschiena da far girare il 20 giugno a Vallelunga in 3 turni di 25 minuti l'uno, al costo di 200 euro.

Gli interessati dovranno effettuare il pagamento anticipanto delle quote previste entro il 31.05.2009. Le adesioni possono essere inviate a info@trofeomaxiscooter.it e i pagamenti effettuati entro lo stesso termine a mezzo vaglia postale intestato a Moto Club Racing Terni Via XX Settembre nr. 122 05100 Terni o a mezzo bonifico bancario: Banca Popolare di Spoleto sportello nr. 2 codice iban IT21F0570414402000000000577 intestato a Moto Club Racing Terni. Copia del vaglia o del bonifico sia inviata a mezzo fax al nr. 0744227658. Nella causale dei versamenti indicare i nomi degli iscritti.
Gli orari saranno comunicati dalla direzione dell'autodormo normalemnte una decina di giorni prima dell'evento. Le prove si svolgeranno con qualsiasi condizione meteo. In caso di annullamento da parte dell'organizzatore per carenza di partecipanti le quote versate saranno interamente restituite senza nulla ulteriormente a pretendere da parte degli iscritti. Trattandosi di prove libere non è necessaria la licenza Pilota F.M.I..
Cordiali saluti e Buon Divertimento a Tutti.
www.trofeomaxiscooter.it

 

DESIGN: GILERA GP 900 RR by Oberdan Bezzi
20/05/009 - "Avendo oramai saltato il muro "mentale" dello scooter ad altissime prestazioni con il GP 800, GILERA fa un'altro scatto in avanti con il nuovo GP 900 RR.
Potenza ancora maggiore, peso ridotto e soprattutto un'estetica all'altezza di cotanta meccanica.
Abbandonate le forme un pò troppo "tranquille" e banali dell'800 che gli davano quell'aspetto simil-littorina, il 900 è aggressivo e tagliente pur vantando le stesse doti "abitative" del predecessore. Insomma ora il superscooter GILERA ha tutto per diventare il nuovo mezzo di riferimento della categoria a livello mondiale."
Oberdan Bezzi.
LINK: scooterdesign.blogspot.com

Video: viaggio in Puglia e Basilicata
19/05/009 - Le vacanze si stanno avvicinando e per chi non avesse ancora deciso in che direzione puntare il proprio scooter, ecco un suggerimento filmato da parte di 'Streets2006'. Destinazione Puglia e Basilicata, percorse nell'agosto scorso in compagnia della propria compagna ha percorso a bordo di un comodoso Burgman 650.
LINK: Streets2006

Yamaha Tmax 750? Che bufala!
07/05/009 -
Di un fantomatico Tmax a tre cilindri da 750cc se ne parla da talmente tanto tempo che la notizia deve aver preso vita propria, aggirandosi come un virus per il web e contagiando forum, blog, portali e riviste specializzate, come vedete nelle immagini qua sotto.

L'origine della 'notizia' affonda nella particolare architettura dell'attuale bicilindrico parallelo che utilizza un 'terzo pistone' contrapposto per smorzare le vibrazioni. Ma basta osservarne l'architettura con un minimo d'attenzione per capire che da quel 'terzo pistone' che si muove in aria libera non potrà mai essere ricavato un cilindro effettivo.
E già qui il discorso si potrebbe chiudere. Ma quando si 'vuole' credere a qualcosa non c'è motivazione razionale che tenga. E così ecco apparire motori marini, da ATV o da motoslitte che dovrebbero/potrebbero essere adattati al fantomatico Tmax dei record.
Arriviamo così alle ultime 'rivelazioni' che vorrebbero un motore a tre cilindri da 1049cc (e allora perché non chiamarlo Tmax 1050?), già utilizzato in numerose motoslitte Yamaha, come il cuore intorno a cui nascerà il futuro oggetto del desiderio. Futuro prossimo, addirittura dal 2010, cioè solo due anni dopo la commercializzazione del modello attuale... Eventualità che, visto il successo della versione 2008 e la situazione economica mondiale, risulta decisamente poco credibile.
Ma per rendere la notizia più 'reale' arrivano anche improbabili 'photoshop' con pezzi di moto varie attaccati alla bell'e meglio (c'è anche un pezzo probabilmente 'dimenticato' in una maldestra operazione di 'copia&incolla') su un'immagine del Tmax 500 my 2008.
E visto che qualche lettore ci ha chiesto news sul fantomatico Tmax 750 che 'domina' le indiscrezionni del momento, ecco il nostro punto di vista.
Premesso che Yamaha avrà sicuramente esplorato ogni possibile evoluzione per il mitico Tmax (o per altri modelli automatici), anche a tre cilindri e/o di cilindrata nettamente superiore, proviamo a chiederci perché dovrebbe farlo? Quali sono le indicazioni che arrivano dal mercato?
Se 17000 italiani nel 2008 hanno preferito l'equilibrio di prestazioni del Tmax 500 alla potenza, e al peso, del Gilera GP800 (che ne ha convinti solo 2000) qualcosa vorrà dire, o no?
Il successo dell'attuale Tmax 500 (moda a parte...) è il frutto di un sottile equilibrio fra prestazioni e guidabilità, look e funzionalità che per ora nessun competitor ha saputo avvicinare. E non sarà sicuramente un modello più potente, più pesante e più costoso a rinnovarne il successo, anzi...
Naturalmente è impossibile escludere che Yamaha stia lavorando ad un altro progetto di moto automatica (qualche tempo fa si ipotizzava una TDM) magari anche a tre cilindri.
Tornando al Tmax e ad una sua credibile evoluzione, in Yamaha dovranno lavorare più sulla riduzione di peso, su un cambio sequenziale abbinato ad una trasmissione più evoluta e sull'innovazione stilistico/funzionale se vorranno rilanciare il mito dell'attuale Tmax nel prossimo decennio. Ma per ora non c'è fretta, visto che il modello attuale vende a vagonate e di concorrenti non se ne vedono.
Ovviamente, quando arriverà, speriamo di essere nuovamente i primi a darvene notizia, come nello scoop, vero, del 2007.
Intanto rassegniamoci alla proliferazione di 'scoop' senza limiti di cilindri e cilindrate... perché ogni volta che si pubblica qualche notizia sul Tmax, vera o presunta che sia, le visite di portali, blog e forum s'impennano...

clicca sulla foto per ingrandirla
Tutte le novità IN&OUT del mese di maggio
05/05/009 - Rieccoci all'appuntamento mensile con le novità in arrivo presso i concessionari e i modelli giunti a fine carriera. La stagione avanza e molte 'cartucce' sono state già giocate dalle aziende, ma ci sono ancora novità che è valsa la pena aspettare
.

Aprilia Mana 850 GT (nuova versione)
Sarà in vendita da metà mese a 10.550 Euro, la versione semicarenata della moto automatica proposta da Aprilia un paio di anni fa. Vista in anteprima ad Intermot 2008, la carenatura non è certo di tipo turistico, ma dovrebbe deviare il grosso della pressione dell'aria dal busto del pilota. Oltre alla protezione aerodinamica (non regolabile a differenza di quanto dichiarato inizialmente), la GT sarà equipaggiata con il sistema di frenata ABS a due canali sviluppato in collaborazione con Continental e già montato sulla 'naked' ABS (che costa solo 100 Euro in meno). Altra piccola innovazione funzionale è il comodo pomello di regolazione per il monoammortizzatore posteriore. Ci siamo prenotati per la prova, ovviamente!
Kymco Downtown 125/300i (nuovo modello)
Un 2009 decisamente ricco per il costruttore taiwanese, che entro fine mese porterà dai concessionari l'ennesima novità, declinata in due cilindrate: il 125 a 3799 Euro e il 300i a 4599 Euro. E se il 125 rappresenta una proposta urbana extracomfort, tipologia che il mercato italiano ha già mostrato di non apprezzare particolarmente, il 300 è invece uno dei modelli più interessanti, almeno sulla carta, di questo inizio stagione. Perché direte voi, quando di modelli comfort da 300cc è già pieno il mercato? Il perché si evince dai dati tecnici che svelano una cilindrata piena e una potenza massima di ben 24,1kW, cioè ampiamente superiore a quanto dichiarato per l'Honda SH 300i e addirittura allineata ai migliori 400cc! Notizia ancora più positiva se si considera il peso dichiarato di soli 179kg (+12,5kg rispetto a quanto dichiarato ad Eicma...), uno dei più bassi del suo segmento (-10kg rispetto all'Xciting). Il risultato potrebbe essere uno scooter con prezzo e dimensioni di un 250/300, ma con le prestazioni di un 400! Diciamo potrebbe, perché se i dati verranno confermati, il motore è si molto potente, ma con soli 18,5Nm anche decisamente scarso a livello di coppia.
Ne riparleremo appena possibile, anche se Kymco ha già annunciato di non organizzare presentazioni stampa causa 'crisi' (quella altrui probabilmente, visto che le proprie vendite sono in continua crescita...).
Vespa GTS 125 Super (sostituisce la GTS 125)
Si estendono alla cilindrata 125 le soluzioni stilistiche che tanto successo stanno avendo sulla 300 Super, quindi cruscotto analogico, cerchioni bicolore, feritoie sul fianco destro e tanti altri piccoli dettagli che ne esaltano la connotazione 'sportiva'. In questo mese sarà infatti finalmente disponibile la GTS 125 Super vista ad Eicma, equipaggiata con il motore ad iniezione elettronica (già montato su Gilera Nexus e Piaggio Mp3) con un più efficiente sistema di raffreddamento a liquido denominato ECS (Electric Cooling System) e un nuovo carter trasmissione. Soluzioni che consentono anche di allungare gli intervalli di manutenzione da 6000 a 10000km. Disponibile rossa, bianca o nera alla 'bella' cifra di 4500 Euro, sarà presto in prova nella sezione Modelli.
Yamaha Majesty 400 (sostituisce la versione 2008)
Inizialmente previsto per Aprile, è arrivato un po' lungo, ma da maggio sarà in tutte le concessionarie a 6690 Euro, duecento più del prezzo annunciato. Nel frattempo l'abbiamo già messo alla prova, con soddisfazione, a Torino e dintorni.

clicca sulla foto per ingrandirla
COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>