Maggio / Dicembre 2012

 
ONLINE IL SITO DEDICATO ALLO SCARABEO ROTAX
18/10/2012 -
“E’ online il sito tributo al famoso scooter Scarabeo motorizzato Rotax prodotto da Aprilia dal 1997 al 2004. Nel portale info utili per una manutenzione  fai da te, cenni storici, materiale informativo e una stimolante sezione viaggi oltre che un forum di ritrovo per gli ultimi e irriducibili proprietari  di questo modello che ha fatto moda”.

"Mi presento al mondo di internet:
Posseggo uno Scarabeo 200GT del 2002 e sono tra quelli che ama invecchiare con le proprie cose.
Penso che se dalla rete prendi, in qualche modo alla rete devi dare il tuo contributo. Quindi eccomi qui a fare la mia parte.
Il mio desiderio è continuare a vedere questo mezzo circolare per le strade. Spero che questo sito possa essere utile in tal senso.
La spina dorsale del sito è la sezione manutenzione. Grazie ad essa è possibile con un pò di buona volontà imparare un passo alla volta a metter mano su questo fantastico scooter.
Non basta portare lo scooter in assistenza per dire di aver fatto dell'ottima manutenzione. L'ignoranza è ovunque e dunque l'imperativo è darsi da fare personalmente. Bisogna sporcarsi le mani.
Il sito è conoscenza ed altro. Il sito è in continua mutazione.
Se condividi questa filosofia. Seguilo!!!
" Nicola Capurso
LINK: LOSCARABEOROTAX

 
ANCMA: AZIONI CONCRETE E PROGETTI MIRATI PER LE DUE RUOTE
01/06/2012 -
La crisi si combatte sia sollecitando cambiamenti normativi e istituzionali, sia offrendo strumenti e servizi all'intero comparto.

"Scenario e prospettive del settore due ruote": questo il titolo dell'Assemblea generale di Confindustria ANCMA, che si è svolta a Milano. Ad aprire i lavori il Presidente Corrado Capelli che nella sua relazione ha sottolineato la necessità di affrontare il momento difficile con azioni concrete e progetti mirati. "In questo momento storico d'incertezza economica e latitanza di soluzioni immediate – ha affermato il Presidente - vogliamo porre le basi per una corretta riflessione e fare sistema con forza. Abbiamo in corso azioni e interventi mirati oltre a progetti attualmente in essere, che sono veri e propri pilastri per un dialogo costante con le istituzioni.
"Una testimonianza – ha aggiunto Capelli – è la mozione parlamentare, promossa dall'Onorevole Frattini, e l'impegno costante con la Commissione Trasporti, presieduta dall'Onorevole Valducci, per le modifiche al Codice della Strada. Altre iniziative in embrione hanno lo scopo di rilanciare il mercato".
Le due ruote a motore
Da gennaio a maggio 2012 le immatricolazioni sono state pari a 96.889 unità. Dato che si traduce in un -26,9%. Il dato più allarmante è rappresentato dall'usato, nel 2011 in territorio positivo e nei primi mesi del 2012 in flessione con -13,3%. In un contesto di riduzione del potere d'acquisto e dell'indice di fiducia delle famiglie i mezzi di trasporto sono particolarmente penalizzati perché si preferisce posticipare il rinnovo necessario del parco. Il 50% di moto e cinquantini circolanti, pari a circa 4,5 milioni di veicoli, è da considerarsi obsoleto. Per favorire la ripresa e contrastare questa situazione Confindustria ANCMA svolge un lavoro costante di confronto con il Ministero dello Sviluppo Economico. Tra i risultati, l'inserimento nel decreto «Misure urgenti per la crescita» del sostegno per le nuove assunzioni di profili qualificati per le attività di ricerca e sviluppo, mediante contributi da portare in credito di imposta; del supporto dell'incremento della presenza internazionale delle imprese attraverso l'Agenzia della promozione all'estero (ex ICE). E' in fase di valutazione, sempre con il MISE, la proposta di ANCMA relativa alla creazione di un fondo dedicato alle generazioni più giovani. Condizioni ragionevoli con tassi di interesse (TAEG) contenuti, nonostante situazioni di lavoro atipiche, potrebbero rappresentare una valida soluzione.
L'Associazione partecipa attivamente anche al processo di riforma del Codice della Strada, attualmente all'esame della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati. Le diverse proposte, in materia di mobilità e sicurezza, riprendono e sostengono i contenuti della mozione parlamentare promossa, su suggerimento di ANCMA, dall'Onorevole Frattini. Ad esempio: la definizione dei motociclisti come utenti deboli della strada; le infrastrutture stradali e segnaletica adeguata ai fruitori delle due ruote; il libero accesso di ciclomotori e motocicli nelle corsie riservate alla circolazione dei mezzi pubblici.
Il mercato caschi
La crisi colpisce anche le vendite di caschi. Nel 2011 il risultato, in termini di sell in, è stato di 1.798.450 pezzi pari al - 9,2%. Il fatturato si è fermato a 134.900.000 euro pari al -7,1%. Il primo trimestre 2012 segna un -15,1% a volumi e -5,4% in termini di fatturato.
EICMA
Nonostante il momento di profonda crisi del mercato, l'Esposizione Internazionale del Motociclo, a Milano dal 15 al 18 novembre (13 e 14 giorni riservati alla stampa e agli operatori), conferma la sua posizione di leader all'interno del mondo fieristico internazionale, con la presenza dei top brand mondiali, sia per quanto riguarda il prodotto sia per gli accessori e i caschi. EICMA si sta trasformando da mera manifestazione statica a incubatore di contenuti e idee: questa la vera sfida di chi vorrà rimanere protagonista. Molteplici saranno le attività e gli eventi che, a novembre, si alterneranno tra il quartiere fieristico e la città. Una dimostrazione importante e fattiva di questo cambiamento è il possibile progetto di accordo con Infront Motorsports, l'ente organizzatore del campionato del mondo Superbike. In prospettiva potrebbe svilupparsi SBK–EICMA Live, l'iniziativa con la quale l'Esposizione vorrebbe dare continuità, visibilità, occasioni di business e molto altro sia agli associati ANCMA sia agli espositori o potenziali. Questo solo uno dei progetti in essere: veri e propri strumenti al servizio del mondo delle due ruote e del suo rilancio. EICMA sarà anche la sede, nel 2014 per il suo centesimo compleanno, del World Motorcycle Forum. Si tratterà del primo summit mondiale dedicato alle due ruote a motore, che vedrà coinvolti i massimi rappresentanti del settore e i vertici istituzionali italiani e internazionali per discutere di: passione, mobilità, infrastrutture ed ecosostenibilità.
Libro bianco e compendio sulla sicurezza
Per la prima volta Confindustria ANCMA ha redatto il Libro Bianco delle due ruote, sia a motore sia a pedale. La pubblicazione vuole mettere in luce lo stato dell'arte dell'intero comparto. E' un'analisi che non prende semplicemente in considerazione numeri o statistiche, ma illustra e approfondisce un settore strategico per la mobilità del futuro. Inoltre, il compendio sulla sicurezza, a cura di Massimo Clarke, vuole chiarire a gran voce l'impegno fattivo e costante, compiuto nell'ultimo decennio, dall'industria per la sicurezza, obiettivo primario dei costruttori.
Per ulteriori informazioni: www.ancma.it

 
ANCMA: INCOMPRENSIBILE L'ESCLUSIONE DI SCOOTER E MOTO DAGLI INCENTIVI PER I VEICOLI A BASSE EMISSIONI
01/06/2012 -
Confindustria Ancma rileva che ciclomotori e motocicli sono stati esclusi dalla proposta di legge, attualmente in fase di definizione, volta a favorire lo sviluppo della mobilità con veicoli a basse emissioni inquinanti.

Il nuovo testo unificato in merito alle "disposizioni per favorire lo sviluppo della mobilità mediante veicoli a basse emissioni" presentato dalle Commissioni riunite dei Trasporti e delle Attività produttive della Camera, all'art. 12 che riguarda gli incentivi per l'acquisto di veicoli, contrariamente alla precedenti stesure prevede infatti che i contributi siano destinati solamente ad autovetture o autoveicoli per trasporto promiscuo.
In particolare, a fronte di rottamazione, per il 2013 sono indicati 5.000 euro per i veicoli con emissioni inquinanti non superiori a 50 g/km CO2 e 1.200 euro per quelli con emissioni non superiori a 95 g/km CO2. Negli anni successivi, 2014 e 2015, sono previsti importi inferiori.
"Siamo certi che l'esclusione sia esclusivamente frutto di una svista" dichiara Corrado Capelli, Presidente di Confindustria Ancma - Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori. "In fase di elaborazione e nei testi precedenti della proposta di legge, venivano infatti indicati tra le categorie di veicoli anche ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli come soggetti beneficiari del provvedimento".
Oltre a contribuire in misura determinante allo snellimento della situazione di traffico e parcheggi nelle aree urbane e metropolitane, le due ruote motorizzate rivestono un ruolo fondamentale anche dal punto di vista del contenimento delle emissioni. "L'intervento, destinato anche a ciclomotori e a motoveicoli, significa riconoscere ai nostri veicoli la propria caratteristica principale: cioè lo status di mezzi poco inquinanti" afferma il Presidente di Confindustria Ancma. "Già oggi l'80% degli scooter in vendita rispetta il limite dei 95 g/km di CO2, mentre i veicoli elettrici hanno emissioni nulle di CO2. Non si comprende dunque una discriminazione nei confronti di un mercato che, con gli scooter elettrici, realizza volumi ben superiori a quelli delle auto elettriche".
Il mercato delle due ruote non può essere dimenticato dai provvedimenti a favore della mobilità sostenibile, sia per il contributo fondamentale che può offrire alla qualità della vita, sia perché il settore sta già attraversando un periodo complesso, al pari di quello delle auto. "Ogni opportunità di supporto al settore, almeno per i veicoli che presentano bassi livelli di emissioni, può contribuire al rilancio" conclude Corrado Capelli. "Riteniamo più che legittimo chiedere che una quota parte delle risorse impiegate dal provvedimento in discussione siano messe a disposizione dei numerosi utenti che scelgono le due ruote".
ANCMA sta elaborando l'emendamento in merito, affinché non vi sia discriminazione alcuna e il vantaggio possa coprire anche il settore che tutela e promuove.

 
AMI: uno per tutti, 5 per 1000
15/05/2012 - La battaglia per la sicurezza stradale è ancora lunga e abbiamo bisogno del tuo aiuto! Il 2011 è stato un anno importante per noi tutti, Te compreso.

Convegni, manifestazioni, iniziative, tratti di strada divenuti finalmente sicuri, fiere motociclistiche, corsi di guida, mototurismo, amici, ricerca ed innovazione tecnlogica: il tutto condensato in una piccola grande comunità composta da professionisti, appassionati, semplici utenti della strada :
A.M.I. Onlus Associazione Motociclisti Incolumi.

A.M.I. Onlus è infatti impegnata dal 2003 nella battaglia per la sicurezza stradale: un bene comune spesso vittima di burocrazia e dell'ignoranza.
In questi anni ci siamo battuti per innovare, coinvolgere, proporre protezioni e dispositivi di sicurezza adatti al motociclista.
Il nostro credo continua ad essere il costante miglioramento della persona e della strada:
per questo organizziamo corsi di guida sicura e sportiva (A.M.I. Riding School), per questo proponiamo e studiamo, grazie alle professionalità che compongono A.M.I., Onlus apparecchiature e protezioni in grado di offrire un adeguato livello di sicurezza a noi tutti.
Quanto concluso, partecipato, progettato e realizzato nel corso del 2011 è frutto del costante impegno dell'Associazione e dei suoi Soci, di quanti hanno contribuito con consigli, fondi, idee e collaborazioni di vario genere alla crescita esponenziale ed al raggiungimento degli obiettivi:
- fiere motociclistiche di rilievo internazionale (Verona MotorBike expo, Roma Motodays)
- corsi di guida
- convegni sulla sicurezza stradale
- aiuto alle amministrazioni locali nell'installazione di barriere salvamotociclisti

Non cedere alla facile tentazione di rimandare, di mollare e credere che nulla possa cambiare, che burocrazia, ignoranza e politica abbiano sempre la meglio su tutto: "eppure la molla acqua scava la dura pietra" (Ovidio)
A.M.I. Onlus può dimostrarlo INSIEME A TE!
Puoi sostenerci:

divenendo nostro socio facendoci visita sul nostro sito web (www.motociclisti-incolumi.com) oppure sul nostro forum dandoci un consiglio, proponendoti come collaboratore.
Ma puoi anche sostenerci devolvendo il tuo 5 per mille.
COME FARE?
E' facile
: basta scrivere il nostro CODICE FISCALE: 90016390529 nella apposita casella della tua dichiarazione dei redditi.
Un gesto semplice, che non ti costa nulla, per un obiettivo comune: Uno per tutti, anche per te.

 
"Viaggiare per un sogno: oltre le barriere" - 3° edizione
08/05/2012 -
Pietro Rosenwirth, persona affetta da disabilità motoria e fondatore dell'Associazione Umanista "Viaggiare per un Sogno: oltre le barriere" Onlus, il 1° giugno inforcherà il suo speciale scooter-trike multi adattato, omologato nel 2010, e intraprenderà il suo terzo viaggio attraverso il vecchio continente per farsi ambasciatore del superamento delle barriere e della lotta alla discriminazione, fattori che impediscono ancora a molti disabili di avere una buona qualità di vita. Questo terzo viaggio vuole in effetti essere la metafora del superamento degli ostacoli e dei limiti (logistici, culturali, sociali) che a tutt'oggi le persone con disabilità possono incontrare, nonostante in Europa siano stati abbattuti altri muri e confini.

Il richiamo esplicito è alla Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 13 dicembre 2006, e ratificata dal Parlamento italiano nel 2009, un documento che rappresenta ancora un importante risultato raggiunto dalla comunità internazionale in quanto, sino ad allora, non esisteva in materia di disabilità uno strumento internazionale vincolante per gli Stati. La Convenzione si inserisce nel più ampio contesto della tutela e della promozione dei diritti umani, confermando in favore delle persone con disabilità i principi fondamentali in tema di riconoscimento dei diritti di pari opportunità e di non discriminazione, mirando ad assicurare che ciascuna persona disabile possa godere delle stesse libertà e degli stessi diritti che sono riconosciuti ai normodotati, sulla base degli ordinamenti degli Stati di appartenenza. Nella fase di preparazione del viaggio, che in circa due mesi toccherà una decina di Stati dell'Europa Occidentale e Centrale, partendo il 1° giugno dal colle di San Giusto, Rosenwirth ha preso contatti con varie realtà istituzionali e associative, e con i media delle città in cui transiterà, per l'organizzazione di incontri informativi, di sensibilizzazione sulle tematiche sociali, della disabilità e delle pari opportunità, e di promozione dei contenuti della Convenzione ONU.
Convinta del valore del messaggio veicolato dal Presidente Rosenwirth attraverso la sua impresa, e in esito anche alla volontà espressa dal Consiglio comunale che di recente ha ribadito l'adesione ai principi e alle indicazioni della Convenzione, per la sua alta rilevanza civile e sociale, l'Assessore alle Politiche Sociali Laura Famulari ha fornito la collaborazione dell'Assessorato per la comunicazione istituzionale anche con gli Stati esteri, al fine di incentivare le varie autorità ad accogliere ufficialmente il Sig. Rosenwirth e ad agevolarne gli spostamenti.
Nel corso della Conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa, il protagonista ha ringraziato l'Assessore Famulari per la collaborazione, e ha raccontato le varie difficoltà incontrate nella complessa organizzazione del viaggio, per la cui realizzazione si è avvalso del sostegno finanziario di alcuni sponsor e di privati sostenitori. Il percorso di quest'anno, ha spiegato Rosenwirth, ha una lunghezza pari alla somma dei due precedenti, svoltisi nel 2010 e 2011. Oltre a veicolare un importante messaggio politico-sociale, Rosenwirth mira a promuovere nelle varie nazioni una riflessione sul possibile ampliamento delle possibilità di cure farmacologiche (ortodosse ed alternative) e sulla fornitura di ausili alle persone disabili - come ad esempio un mezzo di trasporto ad hoc - che permettano una maggiore libertà di movimento e quindi di espressione, conoscenza, integrazione. Con l'occasione, è stato anche presentato il nuovo sito dell'Associazione "Viaggiare per un sogno: oltre le barriere" - ONLUS, www.handytrike.eu e sono state illustrate alcune delle novità multimediali di cui Rosenwirth si avvarrà durante questo viaggio.

 
COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>