Anno 2010

Invia i tuoi complimenti e/o lamentele su un prodotto (scooter automatico o moto automatica, entrambi di cilindrata superiore a 50cc, oppure abbigliamento o accessori dedicati agli stessi veicoli) acquistati in Italia e facendo riferimento ad aziende o esercizi commerciali presenti sul territorio italiano.

Registrati o loggati e segui le istruzioni da questa pagina:
LINK >>>

CyberScooter non si assume nessuna responsabilità sulla veridicità degli interventi che rimangono di esclusiva proprietà e responsabilità dell'autore in firma.

 

29/06/2010 - Male: DERBI GP1 250i
Ho acquistato questa "moto" molto sportiva ma la sconsiglio a tutti per i motivi sotto indicati che ho avuto personalmente e per altri che sto leggendo nle web.
Probabilmente è stata progettata ma mai testata, il test spetta a noi poveri acquirenti che investiamo soldi in una moto che non da sicurezza e soddisfazione.
Cronologia Avvenimenti:
4/05/2010 IMMATRICOLAZIONE
6/05/2010 CONSEGNA MOTO dopo qualche giorno le FRECCE DX e SX, lo STOP E il CODONE presentano fragilità e rotture non presenti all'acquisto in officina si viene a conoscenza da pc che sono parti difettose vizi di fabbrica infragilite dalle vibrazioni e che la sostituzione non potra' comunque risolverne il problema dato che si continuano a rompere.
11/05/2010 1° TRAINO CON CARRO ATTREZZI PER INTERVENTO (la Gp1 va a singhiozzo poi si spegne e non riparte
13/05 1 consegna in seguito alla riparazione dell'iniettore.
22/05/2010 TAGLIANDO E SOSTITUZIONE FRECCE CODONE (SENZA ADESIVI E STOP)
24/05/2010 2° TRAINO CON CARRO ATTREZZI PER INTERVENTO (la Gp1 va a singhiozzo)
26/05/2010 DOPO 2 GG DI DEPOSITO presso sede del carro attrezzi viene consegnato in officina.
03/06/2010 RITIRO MOTO: con iniettore sostituito di nuovo i parametri del motore erano sballati si capisce che l'iniettore sbatte contro scocca e si rompe con le vibrazioni.
16/06/2010 TRAINO IN OFFICINA (La Gp1 va a singhiozzo)
18/06/2010 RITIRO MOTO RIPARATA (il sottosella rimane aperto per evitare Di far sbattere l'iniettore e si ordina il pezzo modificato da sostituire)
18/06/2010 dopo pochi km riporto con andatura a singhiozzo la moto in officina.
26/06/2010 RITIRO LA MOTO RIPARATA (il sottosella che arriva è identico a quello originale, viene tenuto l'originale e l'iniettore in via sperimentale viene montato in maniera differente dalla progettazione d'origine cosi' che io devo testare la moto per vedere se continuera'.. chissa' per quanto A FUNZIONARE )
MI ACCORGO CHE LE VITI DI FISSAGGIO SCOCCA si continuano a svitare e GLI SPECCHIETTI a buche mediamente profonde si spostano soli dallo snodo e non dal bullone che è ben stretto E I FRENI STRIDONO da dar fastidio dopo aver percorso gia' 1600 km secondo loro dovrei percorrene dieci volte tanto per far si che nn stridano piu'.
Attualmente noto un calo di prestazioni, la ripresa è differente dall'acquisto, non ho adesivi nell'istallare le parti le carene sono rigate la marmitta idem grazie a chi m'ha trainato il mezzo.
Inutile dire che pur essendo un bel mezzo ha una progettazione superflua estetica e meccanica e materiali scadenti!
Proprietario: lacannella

16/02/2010 - Male: Peugeot Satelis 400
La mia vita ed esperienza matociclistica è iniziata 45 anni fa con un conto approssimativo di un totale di circa 23 mezzi posseduti, di varie marche e cilindrate, tra cui tre scooter. Ultimo della serie "SATELIS 400". Bellissimo, tutto superlativo, non c'è che dire, ma non posso fare a meno di denunciare, tre carenze, veramente incomprensibili poste in essere da "Peugeot", ovvero:
I° il libretto d'istruzioni, troppo scarso di contenuti,non esiste nemmeno la spiegazione della regolazione degli specchi laterali asferici, il corretto utilizzo delle sospensioni posteriori regolabili su 4 posizioni, come raggiungere la candela in caso di necessità (operazione di comune ed elementare manutenzione), cambiare la luce della targa. Sedici pagine di scarso contenuto sia grafico che di testo,non esiste nemmeno l'elenco della rete concessionari PEUGEOT, sia italiani che degli altri paesi UE;
II° la mancanza di qualsiasi atrezzo: cacciavite, chiave della candela, non ultimo la chiave per la regolazione degli ammortizzatori posteriori considerato che, sono regolabili ma, senza la relativa chiave la regolazione in base al carico (passeggero, bagagli ecc.)non è fattibile;
III° raggiungere e regolare la ghiera dell'ammortizzatore post. Dx è operazione da officina, non passa nemmeno un dito tra ammortizzatore e marmitta: cosa bisogna fare? Smontare forse la marmitta?
Chieste spiegazioni al rivenditore, nonchè, ad un altro concessionario PEUGEOT, la risposta è stata identica:"..non vengono forniti atrezzi a corredo del mezzo, se devi regolare gli ammortizzatori, passa qui in officina." ?!!!!!!
Sono senza parole. e Voi?
A questo punto credo che sarebbe cosa, oltre che giusta, anche gradita che nelle vostre fantastiche "SUPERSCHEDE" prendeste in considerazione la dotazione degli atrezzi fornita, nonchè spendere quattro parole in merito ai "MANUALI D'USO E MANUTENZIONE".
Buon 2010 a tutti. Luciano

COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>