Ottobre-Dicembre 2006

Invia i tuoi complimenti e/o lamentele su un prodotto (scooter automatico o moto automatica, entrambi di cilindrata superiore a 50cc, oppure abbigliamento o accessori dedicati agli stessi veicoli) acquistati in Italia e facendo riferimento ad aziende o esercizi commerciali presenti sul territorio italiano.

Registrati o loggati e segui le istruzioni da questa pagina:
LINK >>>

CyberScooter non si assume nessuna responsabilità sulla veridicità degli interventi che rimangono di esclusiva proprietà e responsabilità dell'autore in firma.

 

30/11/06 - Male: Suzuki Burgman 400
Volevo aggregarmi alla lettera di lamentele verso la Suzuki riguardante lo scooter K7. Anchio da possessore del K7 ho gli stessi guai e sono da mesi in attesa di questa benedetta nuova frizione o della risoluzone del problema.
La situazione e' segnalata presso il conc. Suzuki di zona (Genova Roby Moto) ma a oggi 09/11/06 non si ha risposta " Bisogna avere pazienza ed attendere". Lo scooter peggiora di giorno in giorno e secondo il mio modesto parere sopratutto a freddo e con strada viscida puo' diventare pericoloso in quanto l'inserimento a strappi della frizione puo' far slittare la gomma posteriore provocando una sbandada che se non si e' pronti a controllare chiudendo il gas si rischia di ritrovarsi a terra.
Spero in un vostro interessamento, visto il silezio di Suzuki.
Saluti, Gianluca Sofia

14/11/06 - Male: Piaggio X9 500
Spett.le Redazione di Cyberscooter,
sono possessore di piaggio x9 500 ie immatricolato a luglio del 2002 e con il quale ho percorso quasi 40.000 km.
Vi mando questa mail perchè, come organo di divulgazione alternativo alla carta stampata, dovete assolutamente informare i vostri lettori su quello che accade nel mondo Piaggio.
Mi riferisco al fastidioso problema che tutti i modelli con motore Master iniezione di 460 cc.(x9 - nexsus - beverly) hanno e cioè il riversamento di benzina nell'olio motore, difetto che comporta di cambiare l'olio motore molto di frequente con in aggiunta la pulizia del corpo farfallato, operazione molto costosa e che si deve effettuare ripetutamente ad intervalli di poche migliaia di km.
La Piaggio, ora dopo molte lamentele e diversi interventi su questi modelli ha deciso di intervenire sulle mappature delle centraline modificando i parametri che comandano lo starter automatico, vero responsabile del problema.
Ora dopo appena 4 anni dall'immatricolazione l'officina Vera Sport di Padova, ufficiale Piaggio, nella persona del capomeccanico, mi avvisa che la rimappatura della centralina è disponibile ma non per il mio scooter (che è talmente vecchio che ha fatto giustappunto la prima revisione a luglio 2006).
Ma stiamo scherzando???
Ma è questa la serietà di una casa italiana che è presente nei mercati di mezzo mondo e che ha appena acquisito Aprilia - Guzzi e che si appresta a diventare il polo della motocicletta in italia e competitors dei marchi giapponesi? E vorrebbe difendere il marchio il suo A.D.Colannino se la Piaggio non riesce neanche a fornire le mappature, (programmi software) per un modello che monta in tutto e per tutto lo stesso motore dei modelli piu recenti e che per giunta è ad iniezione?
Mi sento preso per il culo come consumatore e come motociclista!
Saluti, Michele Rossi


03/11/06 - Male: Suzuki Burgman 400
Avendo menzionato il vostro sito mi sembra corretto inviare anche a voi la lettera di 'perplessità' inviata agli organi competenti..............
"Buongiorno,
come da contatto verbale eseguito ieri sera le comunico le mie rimostranze e perplessità sul mio nuovo Burgman 400 acquistato nella vostra concessionaria (MOTOSUN Ancona) e consegnatomi il 20 luglio 2006.
Ho effettuato il tagliando di controllo dei primi mille chilometri il 28 agosto 2006 e dopo aver pagato le mie ben 94 euro constatavo che i problemi evidenziati non erano stati risolti;il barattolio individuato localmente nella zona della marmitta persisteva ,e il piccolo cigolio all'interno del motore o della trasmissione era quantomai sempre presente. Dovete scusarmi,anche se avrei una seppur minima conoscenza del mezzo io nella vita mi occupo di tutt'altra cosa e perciò da profano non saprei localizzare o identificare la zona precisa,anche se con questo sottolineo che è il terzo Burgman che acquisto nella vostra concessionaria nel giro di tre anni (praticamente uno scooter all'anno) .
Alle mie rimostranze il meccanico alzando le braccia doveva ammettere che non poteva far nulla perchè praticamente era un difetto di fabbricazione.
Credo alle parole del meccanico perchè il signor Fabrizio sicuramente ricorda che alla "prova scooter" eseguita da me nella seconda decade di giugno per ben due volte avevo sollevato perplessità per questi rumori fastidiosi,ma la risposta ottenuta era di minimazzione,sicuro che nella consegna del mezzo sarebbe stato tutto risolto, e che comunque ne avrebbe parlato con l'ispettore di zona.
Non pago tra l'altro io scrivei anche una mail che dovreste avere in archivio, indirizzata a voi, alla Suzuki Italia ed al sito internet www.cyberscooter.it ,che aveva provato il mezzo e non aveva riscontrato quelle che per me erano perplessità costruttive (evidenziandone anche alcune altre).
Non ho nessuna speranza di risposta da parte della Suzuki Italia,vista che non si è degnata nemmeno di scrivere due righe via mail ad un cliente affezzionato (fino ad allora), ma esigo che almeno quanto prima voi concessionaria mi diate delle risposte a queste mie problematiche che ripeto non sono sicuro che non siano pericolose per l'incolumità del conduttore,pertanto vi chiedo di attivare il vostro iter per tutelare il consumatore.
.....Concludo affermando che io abbia la sensazione di non essere l'unico in zona o meglio in Italia a riscontrare questo disagio visto che i blog specialmente su internet mi danno ragione.
Sicuro di un vostro tempestivo interessamento porgo i migliori saluti di buon lavoro."
Fabiani Attilio


25/10/06 - Male: Aprilia SportCity 200
Ho acquistato uno scooter Aprilia Sport City 200 a fine maggio e dal ritiro non ho avuto che problemi.
Innanzitutto la promozione cui era soggetto il veicolo all’atto dell’acquisto, prevedeva che compresi nel prezzo vi fossero parabrezza e bauletto; al ritiro invece mi è stato consegnato un mezzo che ne era sprovvisto, a causa di mancanza di pezzi presso il concessionario (Pogliani a Milano) dovuto alla mancata fornitura da parte di Aprilia.
Successivamente dopo poco più di un mese ed appena 400 km fatti, lo scooter ha cominciato a perdere benzina. Inizialmente l’entità della perdita doveva essere lieve (trovavo tracce sospette dopo soste prolungate), ma con il passare dei giorni è diventata decisamente copiosa ed evidente e quindi ho riportato il mezzo presso il servizio di assistenza del concessionario da cui lo avevo acquistato. Dopo qualche giorno la diagnosi: serbatoio da sostituire. Anche in questo caso l’assistenza, non avendo il ricambio in casa l’ha dovuto ordinare ad Aprilia.
E’ così cominciato un giro interminabile di chiamate ad Aprilia (sia tramite sito internet che tramite contact center) per capire se sarei riuscito a riavere lo scooter prima delle ferie.
Bene, ad oggi 31 agosto 2006 la situazione è la seguente: il concessionario non ha mai ricevuto il ricambio e non ha potuto quindi effettuare la riparazione, mentre il contact center di Aprilia, nuovamente contattato, mi dice che il pezzo non è disponibile neanche presso il loro magazzino, che la richiesta è stata girata direttamente alla produzione e che quindi non sanno esattamente quando il pezzo sarà disponibile e quindi consegnato.
Con l’amaro in bocca termino considerando:
1. il tempo perso nel tentativo di risolvere il problema;
2. che malgrado le numerose chiamate fatte al contact center, ed i reclami aperti direttamente sul sito, non sono riuscito ad avere un contatto diretto con Aprilia;
3. che il periodo previsto dalla garanzia sta passando senza l’utilizzo del mezzo (e considerata la qualità del prodotto/assistenza è preoccupante);
4. che non ho capito se riuscirò ancora ad utilizzare lo scooter prima dell’arrivo della stagione fredda;
5. che all’atto dell’acquisto ho erroneamente considerato che prendere un mezzo italiano costituisse implicitamente una garanzia aggiuntiva, premesso che fino a quel momento avevo sempre acquistato motoveicoli giapponesi con i quali non ho mai avuto alcun tipo di problema
6. che comincio a capire il terrore che i produttori italiani hanno rispetto all’invasione di prodotti asiatici. E non parlo degli affidabilissimi giapponesi ma bensì di prodotti in arrivo ad esempio dalla Cina che costano un terzo e che probabilmente tutto sommato non sono meno affidabili dei nostri, sia in termini di prodotto che come assistenza post-vendita.
Cordiali saluti, Roberto Fontana


03/10/06 - Male: Kymco People S 125
Salve, sono l'apprensiva proprietaria di una Kymco People S 125 dal 27 luglio 2005, acquistata per fedeltà al marchio, dopo 6 anni come proprietaria di una Kymco People 50, e vi spiego ora i motivi dell'apprensione, con un'email molto simile a quella che ho appena spedito a Kymco Italia.
Trascorsi poco meno di tre mesi dall'acquisto, ho iniziato ad accorgermi di avere gli abbaglianti accesi, senza che gli avessi accesi io. Poi, l’orologio ha iniziato a sballare l’ora. Finalmente, dopo una breve sosta, lo scooter non è più partito, dando segni di batteria totalmente scarica. Faccio notare che lo stavo proprio usando, quando è successo la prima volta. e che difficilmente trascorre un giorno senza che lo usi, salvo durante le ferie. Fatto portare lo scooter all’officina Japan Moto (del concessionario SN Moto, dove l’ho acquistato), hanno provveduto a sostituire la batteria. Il servizio è stato eseguito in giornata, naturalmente in garanzia. Trascorsi altri tre mesi, il problema si è ripresentato. Ancora una volta Japan Moto ha sostituito la batteria, questa volta con una più potente, nonché un componente della centralina che, secondo loro, causava il problema. Purtroppo, il problema, di cui il PRIMO SINTOMO È SEMPRE L’ACCENSIONE SPONTANEA DEGLI ABBAGLIANTI, si è ripresentato ancora due volte, l’ultima delle quali proprio la scorsa settimana. L’ho riportato ancora da Japan Moto. Con la solita cortesia e tempestività, me l’hanno consegnato entro sera, ed il lavoro è stato eseguito in garanzia. Stavolta hanno sostituito il regolatore di corrente, la centralina e, ancora una volta, la batteria. Purtroppo, l’officina ammette di non sapere se questo risolverà il problema in via definitiva. Fermo restando quindi che apprezzo l’assistenza ineccepibile del concessionario presso la loro officina, nonché la correttezza di Kymco Italia nel far fede alla garanzia, non posso ritenermi soddisfatta dell’affidabilità del mezzo, e incomincio a considerare la sua vendita prima della scadenza della garanzia. Oltretutto, oramai è scaduta la polizza Kymco Care, che mi garantiva soccorso stradale gratuito in caso di veicolo immobilizzato. E, francamente, specialmente in quanto donna, non vorrei ritrovarmi appiedata dallo scooter guasto, senza soccorso stradale, in una tarda sera d’inverno. Sarei dispiaciuta di dover cambiare marca al prossimo acquisto, perchè ritenevo che Kymco avesse un buon rapporto qualità/prezzo, quindi spero in una risposta soddisfacente.
Teresa Fiuza
Ciao, vi inoltro la risposta ricevuta da Kymco nel giro di 24 ore, in seguito alla mia segnalazione di un difetto di fabbricazione della mia People S 125:
"Gentile Cliente,
spiacenti per gli inconvenienti descritti, La informiamo che KYMCO ha apportato una modifica alla centralina per la risoluzione del problema riscontato.
Pertanto La preghiamo cortesemente di affidarsi alla competenza dell'officina, valido interlocutore per l’utente in caso di eventuali inconvenienti tecnici e che si è già attivata per la riparazione del Suo veicolo.
In caso di ulteriori contatti inerenti a questo oggetto La preghiamo di riportare tutte le comunicazioni finora intrattenute.
La ringraziamo per averci contattato Cordiali saluti, assistenza clienti Kymco Italia"

Vi saprò dire fra qualche mese se il problema è stato risolto definitivamente. Se, nel mentre, qualche proprietario di People S volesse condividere esperienze analoghe, sarei felice dello scambio.
Teresa Fiuza


COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>