Anno 2008

Invia i tuoi complimenti e/o lamentele su un prodotto (scooter automatico o moto automatica, entrambi di cilindrata superiore a 50cc, oppure abbigliamento o accessori dedicati agli stessi veicoli) acquistati in Italia e facendo riferimento ad aziende o esercizi commerciali presenti sul territorio italiano.

Registrati o loggati e segui le istruzioni da questa pagina:
LINK >>>

CyberScooter non si assume nessuna responsabilità sulla veridicità degli interventi che rimangono di esclusiva proprietà e responsabilità dell'autore in firma.

 

24/10/008 - Male: Peugeot Satelis e Geopolis 400
Gentile Redazione,
siamo un gruppo di clienti Peugeot Motocycles Italia, costretti a rendere visibili i nostri problemi a causa del rifiuto alla comunicazione da parte del suddetto importatore italiano.
Nel corso del 2008 abbiamo acquistato Satelis e Geopolis, maxiscooters della gamma, ritenendoli un valido acquisto in quanto dotati di un ottimo rapporto qualita'/prezzo, una piacevole estetica e motorizzati, nelle cilindrate 400 e 500 cc, dal collaudato motore MASTER di fabbricazione Piaggio.
Spegnimenti improvvisi ed irregolarita' di marcia ai carichi parziali (con poco gas) sono i sintomi generati da un problema che sembra, nella data in cui scriviamo, quasi sconosciuto. Esso spazia dalla difficolta' a disimpegnare un incrocio, a sorpassare o ad avviarsi, sino al totale blocco dello scooter, rendendone impossibile l'utilizzo.
La natura e' congenita e non legata all'usura in quanto diversi di noi lamentano il problema dai primi chilometri.
Ci siamo affidati ai concessionari delle nostre zone ma la gran parte di loro dice di non conoscere il fenomeno; alcuni di noi hanno empiricamente cambiato marca e tipologia di carburante, altri hanno adottato una candela a doppia punta, indicata come alternativa sui documenti allegati ai nostri scooters.
Lo scambio di opinioni e' stato possibile grazie al motoclub "Tingavert", unico vero riferimenti italiano sui nostri mezzi, che conta oltre 77 mila iscritti e nel quale e' presente una apposita sezione dedicata al problema dello spegnimento del Satelis 400.
I contributi degli iscritti al forum hanno portato a sospettare del corpo farfallato, sede dell'iniettore, nonche' dell'informazione di posizione farfalla fornito dal potenziometro assiale.
Anche la sonda lambda e' stata oggetto di discussione e prove, essendo stata in alcuni casi sostituita.
Temporaneo sollievo ha portato il reset (alimentazione o software) della centralina dell'iniezione elettronica, ma nel proseguo delle prove effettuate dai concessionari sembra emergere la teoria della impossibilita' da parte della centralina stessa ad elaborare le informazioni delle sonde, fornendo all'iniettore un adeguato tempo di iniezione, seguito da un adatto anticipo di accensione alla candela.
A tutt'oggi la rimappatura, operazione che riscrive la matrice interna alla centralina d'iniezione e determina la gestione degli attuatori, e' la tesi piu' quotata.
Siamo allibiti dalla mancanza di volonta', da parte di Peugeot Motocycles Italia, di ascoltare le nostre segnalazioni e lamentele: nessuna possibilita' di essere veramente ascoltati dal numero verde, nessuna risposta ai fax e alle numerose e-mail inviate.
Non e' questo il modo di fornire un adeguato front-end verso la propria clientela.
Alcuni di noi hanno ipotizzato di rivendere il proprio scooter, altri vorrebbero invece percorrere strade (ricorso alle vie legali o class action con l'appoggio di una grossa Associazione di Consumatori) che sarebbero dannose per la stessa Peugeot, la quale sembra non rendersi conto che il passaparola - ai nostri giorni - corre alla velocita' di Internet, portando una controproducente pubblicita' negativa.
Michele Piacente, Taranto
MaurizioTomiello, Spinetta Marengo (AL)
RISPOSTA di Peugeot Motocycles Italia:
La soluzione dell'anomalia è stata individuata ed i concessionari sono ad oggi in grado di verificare e, laddove necessario, intervenire per risolvere il problema.
I sigg.ri interessati sono invitati a rivolgersi presso un nostro concessionario ufficiale che prontamente provvederà all'intervento.
Cogliamo l'occasione per precisare che la tipologia aleatoria del problema ha reso difficile il riscontro dello stesso in quanto dipendente da molteplici fattori come stile di guida, tipo di percorso e carico del veicolo rendendo maggiormente difficoltosa l'individuazione della corretta soluzione.

18/09/008 - Male: Piaggio X9 500 Evolution Street
Premessa: Dopo aver superato, senza problemi, il muro dei 50.000 km con l'X9 500 i.e. del 2002, ho dovuto fare un check up del mezzo.
Ho fatto fare un tagliando generale del mezzo che ha compreso: 1) terna dischi freno e pastiglie; 2) alberi a camme e bilanceri; 3) olio, filtri e manodopera.
Totale tagliando € 900,00, soldi ben spesi anche perchè, ormai, necessitava del dottore. Lo scooter tagliandato è stato passato al fratello che lo usa anch'egli per lavoro e vedremo la resistenza fin dove arriva.
Lamentela: Il sottoscritto, contento del servizio reso dallo scooter, ha immatricolato un X9 500 Evolution Street "fuoriserie" a febbraio 2008. Siamo a settembre del 2008 e il mezzo in questione è nelle seguenti condizioni:
1) km 2500;
2) rottura e sostituzione in garanzia della ruota fonica;
3) probabile sostituzione dello specchio dx perchè oltre i 100 km/h vibra che non si vede + dietro;
4) fermo del mezzo, per rottura degli alberi a camme e bilanceri, da luglio 2008 ad oggi. Aspetto invano i ricambi che arrivano con il contagocce e sbagliati!!!
5) rottura di "..." perchè sono a piedi e il mezzo lo uso per lavoro. Ho ribadito le mie ragioni all'officina, ma un po' perchè se ne sono fregati e un pò perchè sono in balia di Piaggio sono abbastanza "..." della situazione.
Ringrazio la bontà della moglie che al pomeriggio mi presta il suo Liberty
50 (2t con 30.000 km all'attivo);
6) Piaggio, contattata oggi al call center, ha girato l'ordine a sè stessa e di fretta anche! (robe da non crederci).
Osservo lo scorrere lento della sabbia, nella clessidra della mia pazienza...
Michele Rossi

04/09/008 - Male: Honda Forza 250 X
Gent.le Redazione,
sono un neo acquirente di uno Scooter Honda Mod. Forza X ritirato il 23/06/08 e già in data 12/07/08 letteralmente contestato sia al Concessionario di Bari da cui l'ho acquistato, sia alla Honda Italia Industriale.
Espongo i fatti verificatisi ad iniziare dal 01/07/08:
-la moto mentre ero in movimento in città (fortunosamente) e non su strada extraurbana, gracchia e LETTERALMENTE si spegne. Mi agito, mi calmo, lo faccio ripartire.
-Chiamo il Concessionario.....che mi dice ma .. strano, non abbiamo mai avuto problemi dio questo tipo, bisogna farlo "guardare", dico ok risponde allora vai da ......! La porto al volo, ..... si sento qualcosa all'accensione, la devi lasciare per verificare;
- in data 03/07/08 ricovero la moto in officina per riprenderla alle ore 8,30 del 07/07/08, alla mia richiesta di cosa fosse accaduto, mi viene risposto molto garbatamente ho trovato un "CORTO SUL TELERUTTORE" la moto aveva percorso circa 360Km di cui 30Km fatti da lui per verifica, 9 km. già presenti all'atto del ritiro e giustificatimi con "per prove e test interni(ventola etc.) del mezzo" i restanti dal sottoscritto. Mi dice il responsabile tecnico, difetto strano, nuovo, da tenere sotto controllo (oggi mi chiedo come?????......);
-il 07/07/08 vado via contento e felice, anche se poco dopo, il comportamento della moto mi sembra diverso, un vecchio diesel anni 80, alti giri poca potenza lento a salire di velocità, ma spunto maggiore al semaforo;
- persistono anzi si amplificano, rumori di plastiche (già rilevati e segnalati) ed attriti meccanici, difficili da valutare (l'ascolto mentre vai anche piano ma con il casco e dovendo guardare avanti RISULTA DIFFICILE).
-il 11/07/08 alle ore 14,00 mentre rientro a casa, NUOVAMENTE di colpo, "GRACCHIO E SPEGNIMENTO DELLA MOTO", stesse identiche modalità, sempre in città fortunatamente.
Immaginate se fosse successo entrambe le volte, a velocità sostenuta magari mentre ero in fase di sorpasso?
-immediatamente fermo la moto in garage ed è lì dal 11/07/08 (siamo al 29/07/08) e faccio partire la mia raccomandata A/R di CONTESTAZIONE del mezzo.
Ora sono in mano ad un Avvocato che sta cercando di tutelare la mia posizione, mentre ad oggi mi è appena giunta la II^ racc. dal concessionario in cui mi rende "ufficialmente" partecipe di aver richiesto l'intervento - Dio solo sa se mai sarà però risolutivo e quando tale intervento potrà avvenire - di un Servizio Tecnico Ufficiale Honda.
Ed io che avevo acquistato la moto per uso anche vacanziero ......? Ma una cosa nuova, una moto ovvero equilibrio inesistente se non in movimento, non dovrebbe essere "sicura?" Io NON mi fido più!!!!!
Ringraziando per l'attenzione, a disposizione per chiarimenti, porgo distinti saluti
Dott. Lozito Pierdamiano

06/08/008 - Male: Moto World di Aprilia (LT)
Volevo segnalarvi:
"Moto world ieri solo un sogno oggi realtà!!!!
La passione delle moto, la volontà di crescere, il desiderio di sfrecciare, un pizzico di fortuna: questi sono i principali fattori che hanno spinto la famiglia Ruggiero ad intraprendersi in quest'attività.
Si costituisce nell'Aprile del 2003 ad Aprilia in una vasta struttura che ad oggi occupa più di 1000 mq suddividendosi in varie aree...
Da quest´anno importante novità... Concessionario Ufficiale Ducati e Suzuki!!
Tutto questo hanno fatto della Moto World una tra le concessionarie più grandi del nostro paese..
L´officina è il fiore all´occhiello di tutta la struttura, grazie ai nostri tecnici specializzati nel settore possiamo accontentare il cliente più esigente, con la preparazione completa della moto anche per uso agonistico e al giovane che ha voglia di imparare e sognare su un fiammante scooter...
La professionalità e la serietà è evidenziata dalla fedeltà che i nostri clienti ci mostrano ogni giorno, accolti in un ambito non solo commerciale ma anche familiare il merito va riconosciuto alla capacità degli addetti che decorano al meglio questa concessionaria...
La Moto World vi aspetta su due ruote con il motore acceso!!!
MOTO WORLD S.r.l. Via della tecnica snc 04011 APRILIA (LT)"

Questa è la pubblicità del sito internet di questa socità. La mia esperienza è stata totalmente negativa sia dal punto di vista tecnico che commerciale.
Ho portato nella loro officina il mio scooter per la riparazione del motore. Un Burgman 400 del 2003. Il preventivo per la riparazione era di 1100 euro con consegna del mezzo dopo 15 giorni.
Lo scooter mi è stato consegnato dopo 45 giorni, e solo perché più volte mi sono recato nell’officina reclamando, riscontrando dopo 7 mesi gli stessi problemi al motore. Il problema era il consumo eccessivo dell’olio che dopo 7 mesi si è ripresentato.
Porto il mio scooter nell’officina e il loro espertissimo meccanico, così mi è stato presentato dal loro commerciale, non è riuscito a capire che problema meccanico aveva lo scooter.
Bastava dare gas che una nuvola di fumo bianco uscisse dalla marmitta. Io non sono un esperto ma è chiaro che uno scooter non può emettere tutto quel fumo bianco dopo un’accelerazione.
La fumata bianca è il classico olio bruciato nel motore, e quindi il consumo eccessivo, che deriva dalle fasce-pistone da rifare, quelle già riparate in precedenza.
Il responsabile commerciale imbarazzato non sa darmi una risposta, l’unica cosa che subito mi dice è che la riparazione passati 7 mesi non è più in garanzia. La garanzia viene data dalla Moto World solo per i primi 6 mesi.
Saluti, Roby

10/07/008 - Male: Suzuki Burgman 400 K7
Il 12/06/06 ho acquistato con entusiasmo e fiducia, un Burgman K7 presso il concessionario Bracaloni Carlo a Pisa.
Premetto che sono un appassionato di motori, il mezzo è sempre stato rimesso in garage e nei periodi invernali non è stato utilizzato, percorro circa 5000 km annui su strade prettamente pianeggianti in extraurbano e da solo.
1) Fatti 2000 km, come molti, ho avuto i primi problemi alla frizione, così ho effettuato la prima sostituzione in garanzia, settembre 2006.
2) Dopo poco sono iniziati problemi di spegnimento del motore in determinate condizioni ed e’ stato necessario sostituire o rimappare, non ho ben capito, la centralina (richiamo ufficiale) giugno 2007.
3) Fatte poche migliaia di Km. di nuovo la frizione che strappava e cigolava, questa volta il concessionario mi ha consigliato di attendere la modifica definitiva giunta poi a Novembre 2007, di fatto ho circolato tutto il 2007 con un mezzo mal funzionante.
4) Dulcis in fundo a maggio di questo anno il motore ha iniziato ad avere perdite di potenza, poi ha perso la regolazione del minimo, dal 3/06/2008 giorno in cui è stato portato presso l’officina Bracaloni , nonostante decine di solleciti telefonici ed altrettante scuse in merito al ritardo nella spedizione del componente guasto il mezzo non è stato ancora riparato, dicono che manca la guarnizione della marmitta!!!!!!
Mi domando; passerò l’estate a piedi?
Massei Gabriele

13/05/008 - Bene: Guanti Klan
Vorrei fare i miei complimenti alla ditta KLAN s.r.l. alla quale ho inviato un paio di guanti riscaldabili (mod. Leather) in quanto presentavano alcuni difetti. Esattamente 7 giorni dopo la mia spedizione ho ricevuto un paio di guanti nuovi (completi di cablaggio) in sostituzione. Unica nota stonata, proprio pr essere pignoli: nella lettera di accompagnamento mi hanno scritto che i guanti sono delicati e devono essere trattati con attenzione. Ma sono un paio di guanti da usare in moto, con tutte le necessità di robustezza x l'uso che se ne fa, o sono un oggetto da esporre in un museo?
Cordiali Saluti. Luca Marchi

 

24/04/008 - Bene: casco Airoh pr 2000
Volevo con questa mail ringraziare pubblicamente per il servizio resomi in occasione di un difetto al mio Airoh Pr2000 del 2004.
Ricordo che in tale circostanza il casco presentava una evidente lunga spaccatura sulla calotta che si estendeva dall'orecchio alla tempia sinistra. Tale difetto, dovuto forse ad ".... anomale ed involontarie pressioni subite dal casco stesso " rendeva di fatto pericoloso ed inutilizzabile il prodotto.
La ditta Airoh, via mail e il concessionario Eurobike s.r.l. ,Via Piovese, 221 di Padova hanno contribuito celermente a risolvere definitivamente il problema sostituendomi il casco con uno nuovo senza chiedermi neanche un euro.
Sono molto contento di come la ditta AIROH ha gestito il problema dal ritiro del prodotto, alla comunicazione sempre ottima e disponibile, alla sostituzione del casco.
Questi "particolari" sono sicuramente vincenti e,dal mio punto di vista, sono la migliore pubblicità il cui ritorno economico è immediato: " qualsiasi uso farà questo casco, a prescindere dalla sua durata mi ha convinto a scegliere un altro Airoh quale prossimo mio casco".
Ancora un grazie. Rossi dr. Michele

 

01/04/008 - Male: Suzuki Burgman 400 K4
Salve, sono proprietario di un Suzuki Burgman K4 che aveva il noto vizio di strappare tra i 2500 ed i 3000 giri. Nel 2004 ho fatto causa alla Suzuki ed ora è stata depositata la sentenza con la quale la Suzuki è stata condannata a pagarmi €. 1300 quale rimborso di parte del prezzo pagato all'acquisto dello scooter (+ interessi) oltre ad aver pagato tutte le spese legali della causa. Queste sono soddisfazioni!
Credo che questa notizia possa essere d'aiuto a qualche scooterista in difficoltà, per leggere tutti i dettagli potete andare al seguente indirizzo:
http://www.dotcomassociati.it/burgman.htm
Un lampeggio Marco Morellini

13/03/008 - Male: Suzuki Burgman 400 K7
Ciao, anch'io come molti altri mi devo lamentare del comportamento Suzuki nei confronti del Burgmann K7 400 anno 2006. Ho già cambiato 5 frizioni e mi hanno cambiato anche altre parti inerenti al problema di slittamento che presenta.
L'ultima l'ho cambiata in data 09/02/08 e ora a distanza di 1 mese si é già ripresentato il problema. Chiamata la Suzuki per l'ennesima volta mi hanno risposto ci interessiamo al suo problema. E' vero hanno fatto dei lavori ma senza risultato.
Ho chiesto la sostituzione della moto ma ovviamente é stata negata. Dato che la moto é ancora in garanzia ritengo che a questo punto sia un atto dovuto da parte della Suzuki effettaure la sostituzione dato che i termini di legge non sono ancora scaduti.
Vorrei sottolineare 5 frizioni che non é poco....
Maurizio Castellazzi

27/02/008 - Bene: Klan
Salve, mi preme segnalarvi la grande disponibilità e professionalità di una azienda Italiana che segue i clienti anche nel post vendita. L’azienda è la Klan dove ho inviato i miei guanti riscaldati in riparazione.
Senza farmi riempire moduli, senza nessun problema burocratico e soprattutto senza nessun aggravio di costi avendo segnalato loro che erano in garanzia, mi hanno riparato i guanti riscaldati in maniera perfetta.
Ah…quasi dimenticavo… Spediti il mercoledì, il lunedi li avevo tramite corriere, già riparati a casa mia!!!
Senza parole… se tutti i produttori facessero lo stesso, spenderebbero meno in help desk inutili, e avrebbero una customer satisfaction stellare, oltre ad una fidelizzazione del cliente spaventosa.
Adriano (Cpt Archer)

13/02/008 - Bene: Valli Moto, Lissone
Nell'aprile del 2007 ho acquistato un interfono della Osbe presso il negozio Wheel up di Verano Brianza; dopo quattro mesi di utilizzo ha cominciato a dare problemi per cui sono tornato ove l'avevo acquistato. Qui mi dicevano che non erano più concessionari Osbe e per cui non potevano farci nulla ...!!!!
Dietro mie insistenze mi "consigliavano" di recarmi presso il concessionaro Yamaha Valli Moto di Lissone, poichè loro erano ancora concessionari Osbe.
Qui ho trovato persone veramente gentili e disponibili; raccontato loro i problemi dell'interfono hanno preso in carico la situazione e nel giro di qualche settimana ero di nuovo in possesso dell'interfono non riparato ma nuovo ( complimenti Osbe !!!).
Le cose che comunque ci tengo a sottolineare sono la gentilezza e la disponibilità del personale Valli Moto di Lissone, che pur non avendo acquistato da loro il prodotto, si sono comportati come se fossi un vecchio cliente.
Adriano Giardini

24/01/008 - Male: Malaguti Madison K400
Salve, volevo riportarvi la mia esperienza con un Malaguti Madison K400 comprato nell'agosto del 2003 e pagato 5700 euro.
Con tale mezzo (sempre in garage, mai incidenti, tutti i tagliandi) ho percorso circa 26.000 Km fino al Luglio 2007 quando scoprii che si era rotta la pompa dell'acqua. Temendo un danno costoso, portai il mezzo al meccanico (Motor Scooter Racing concessionario ufficiale Malaguti) chiedendo di sapere preventivamente il costo della riparazione, visto che lo scooter ha un valore di mercato di circa 1500-1800 euro e non avrebbe senso spenderci più soldi del suo valore. Il meccanico (dopo un mese abbondante di attesa) dichiara che la riparazione era di 670 euro. Pago la cifra richiesta e chiedo: "ora è tutto a posto?" La risposta chiara fu: "si, ora è tutto a posto".
Non era affatto così. Appena messo in moto un rumore assordante di "ferraglia" faceva capire che il motore aveva dei seri problemi. Lo faccio notare al responsabile dell'officina che con aria scocciata risponde che era la marmitta. Mi dice poi di provare a farci 300/500 km per vedere se il rumore passava. Ovviamente ho subito contestato il fatto che prima la marmitta non era rotta, e che non ci pensavo proprio a fare 500 km sperando che il rumore passasse. Alla fine rifiuto di ritirarlo pretendendo che mettesse a posto il difetto.
Dopo altri 20 giorni sempre il suddetto responsabile mi richiama dicendo che, effettivamente, non era la marmitta a causare il rumore, ma il motore. Occorreva quindi cambiare albero motore, biella, bronzine etc per una spesa superiore ai 1000 euro. Ovviamente la semplicissima prova di accendere il motore prima di riconsegnare un mezzo in riparazione non rientra nella loro prassi (oppure forse l'hanno fatto ma non conveniva dire la cosa al cliente!). Ovviamente mi sono arrabbiato ma non c'è stato nulla da fare, alla fine ho dovuto riprendere il mezzo con il motore rotto (rifiutandomi ovviamente di dare altri soldi a chi aveva dimostrato una tale mancanza di professionalità).
Conclusione: ho speso 670 euro e ora ho uno scooter da rottamare. La cosa che più mi ha fatto arrabbiare è l'assoluta mancanza di risposte da parte della Malaguti benché sia stata informata di tutto l'accaduto.
Spero che la mia (brutta) esperienza, serva a far capire come funziona l'assistenza Malaguti a tutti i possibili acquirenti e a farli decidere di conseguenza.
Cordiali saluti, Alessandro Rossi


11/01/008 - Bene: Burn Out di Reggio Emilia
Con l’arrivo della stagione fredda e per nulla intenzionato a rinunciare alle due ruote,ho deciso di acquistare un coprigambe da poter utilizzare sui miei 2 scooter.
Mi sono rivolto a Burn Out di Reggio Emilia, in quanto rivenditore delle più famose marche produttrici di “copertine” da scooter, qui dopo avermi accolto in modo molto amichevole mi hanno mostrato, con grande gentilezza, tutti i prodotti disponibili ed insieme abbiamo consultato i vari cataloghi alla ricerca del prodotto più adatto alle mie esigenze, siamo giunti alla conclusione che l’accessorio che meglio rispondeva alle mie richieste fosse il Maxi Fast prodotto dall’ OJ in quanto si poteva fissare rapidamente e si adattava ad entrambi i miei scooter evitandomi così l’acquisto di due coprigambe fissi o la scomodità di dover ogni volta riporre al sicuro una “copertina” universale priva di fissaggi al mezzo.
Ma purtroppo non ne avevano di disponibili e la ditta aveva già evaso gli ordini per gli accessori invernali,a questo punto che fare? Rinunciare? Comprarne due “fissi”? Adattarmi a quello universale? Iniziare a girare per negozi alla ricerca del suddetto modello? Per mia fortuna niente di tutto ciò, il titolare del Burn Out, ha preso a cuore la mia situazione e si è prodigato per trovarmi il tanto desiderato OJ Maxi Fast, il tutto senza obbligo d’acquisto, nel caso,una volta visto, il prodotto non rispondesse alle mie aspettative e senza nemmeno la richiesta di un’acconto.
Dopo pochi giorni mi ha chiamato per andare a vedere di persona il coprigambe, che ho acquistato, e senza pretendere nulla per il disturbo mia ha persino regalato uno scaldacollo in microfibra!!
Hanno venduto un coprigambe in meno ma hanno trovato un cliente in più!
Se abitate nei paraggi e cercate accessori o abbigliamento tecnico da utilizzare sul vostro amato mezzo a due ruote,vi consiglio vivamente di fare un salto da Burn Out, troverete persone molto gentili, competenti ed attente alle vostre esigenze, e credo proprio che negozianti così disponibili ed “onesti” meritino una buona pubblicità.
Un lampeggio a tutti!
MoniS.


COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>