03/09/01
BENTORNATI!

Eccoci di nuovo dietro alla scrivania per un 'autunno caldo' di lavoro intorno a CyberScooter. Nel precedente editoriale ci eravamo appena 'lamentati' di una certa latitanza delle Case Produttrici, ed ecco arrivare dalla Piaggio un fiammante Beverly 200 che ci ha scorrazzato per un'indimenticabile vacanza in Corsica, aspettatevi quindi un report dei bellissimi luoghi visitati ed una prova approfondita del mezzo. Inutile dire che le strade dell'Isola erano piene di scooteristi in assetto da viaggio così come nelle altre mete di viaggio testate da soci e collaboratori. Attendiamo allora i vostri resoconti da pubblicare, anche per stimolare gli ultimi 'pigri' che ancora si limitano a circolare in città.
Sperando che l'abbronzatura non ci abbandoni troppo presto, veniamo alle considerazioni del rientro e agli appuntamenti che ci attendono.
Grande attesa per il Salone del Ciclo e Motociclo di Milano che si svolgerà dal 18 al 23 Settembre, da dove pubblicheremo aggiornamenti quotidiani che vi permetteranno una visita virtuale, il più possibile dettagliata. Questa volta speriamo di ampliare lo spazio dedicato ad abbigliamento ed accessori grazie anche alla collaborazione dei vari Operatori. Le novità annunciate non sono moltissime anche perché alcune Aziende hanno già giocato le loro carte poco prima dell'estate, ma alcune sono molto attese come il 'mega Burgman' da 650cc che si andrà ad inserire nel segmento più rappresentativo in compagnia di Yamaha e Honda.
Anche Kymco dovrebbe presentare il suo 500 monocilindrico in veste pressoché definitiva e ad un prezzo assolutamente concorrenziale, speriamo quindi nel rientro del Piaggio X9 500, momentaneamente ritirato dal mercato per problemi di surriscaldamento della ruota posteriore, per vedere il confronto nelle hit di vendita.
Naturalmente le sorprese sono sempre dietro l'angolo e ci speriamo, ma ne parleremo quanto prima in uno spazio apposito.
C'è da segnalare un piacevole trend in discesa dei prezzi in alcuni segmenti: Kymco e Aprilia hanno portato i prezzi di listino dei loro 250cc intorno agli 8 milioni, sicuramente più accattivanti degli 11 richiesti da altre Aziende, speriamo che la cosa prenda piede anche nelle altre cilindrate.
Venendo all'andamento del sito possiamo dire che nelle periodo di lontananza dalla tastiera abbiamo ricevuto circa 150 mail, a cui cercheremo di rispondere nei prossimi giorni, la cosa ci fa immenso piacere, naturalmente, ma impone una mole di lavoro davvero titanica, soprattutto perché le domande sono spesso tecniche e pretendono risposte adeguate alla preparazione dei nostri appassionati lettori, abbiate pazienza, rispondiamo a tutti, prima o poi.
Per quanto riguarda le visite al sito, sono in costante ascesa e il mese di luglio ha visto quasi 15.000 visitatori per 70.000 pagine viste, solo agosto vedrà un leggero calo 'fisiologico', ma ci aspettiamo un settembre record, chi vuole investire piccole somme in banner pubblicitari è avvertito!
Venendo al Club, dobbiamo ammettere l'annullamento dell'annunciato raduno in occasione del Salone di Milano perché non saremmo stati in grado di seguirlo adeguatamente, visto il superlavoro in atto per i resoconti, ma settembre vedrà comunque un'uscita domenica 16 nella zona del lago d'Iseo con alcune divagazioni semi-competitive (non a due ruote) e sosta pranzo in un incantevole Agriturismo, a presto i dettagli nella sezione Club.
Da oggi quindi ritornano gli aggiornamenti pressoché quotidiani, vi aspettiamo come visitatori, ma soprattutto come collaboratori, fatevi avanti!

31/07/01
B
UONE VACANZE A TUTTI!
Ci siamo arrivati stremati e sudaticci, ma finalmente eccoci in ferie, purtroppo questo significherà la momentanea sospensione degli aggiornamenti, ma a noi consentirà una rigenerante vacanza a bordo dei nostri maxiscooter.
Non voletecene, ma non siamo ancora in grado di 'coprire' anche il mese di Agosto.
Questo è un buon momento per tirare delle somme e ne approfittiamo per fare un caloroso applauso a tutti coloro, e sono sempre di più, che hanno collaborato mandando i loro preziosi contributi, senza i quali CyberScooter non sarebbe quel concentrato di passione e informazione che ci differenzia da tante simili iniziative. Sappiamo che molti di Voi vorrebbero tirarci le orecchie per i ritardi nella pubblicazione dei loro scritti e per l'affanno evidente nel riuscire a rispondere alle centinaia di mail che riceviamo ogni mese, ci stiamo attrezzando, ma il tempo non è mai lontanamente sufficiente e, anche se il lavoro notturno è una costante e i vecchi amici ci danno per dispersi, occorre un salto di qualità che speriamo di riuscire a fare nel prossimo autunno.
Se siamo letteralmente entusiasti dei nostri lettori/collaboratori, ormai ben più di 3.000 ogni settimana, molto meno lo siamo delle Aziende con le quali cerchiamo di avere delle collaborazioni. Ottenere informazioni sui vari modelli da Produttori e Importatori è di una difficoltà incredibile, sembra quasi che non vogliano promuovere i loro prodotti, e sì che le nostre pagine sono a loro disposizione in forma gratuita, figuriamoci se chiedessimo loro dei contributi pubblicitari! Non parliamo poi delle difficoltà per avere dei modelli in prova per un paio di giorni...
Sentendo i budget pubblicitari che 'girano' per le campagne sui vari mezzi di comunicazione, ci sembra un peccato non utilizzare uno strumento come CyberScooter che è ormai un riferimento per tutti gli appassionati e che, anzi, partecipano quotidianamente alla sua crescita.
Per fortuna qualcosa si sta muovendo, soprattutto a livelle locale, attraverso alcuni Concessionari che riconoscono il nostro lavoro.
Una 'anomala' conferma del gradimento del sito ci viene anche dalle numerose immagini e testi più o meno abilmente 'trafugati' che abbiamo trovato in altri siti italiani e stranieri, a loro modo un riconoscimento al nostro lavoro.
A settembre ci attende l'importante appuntamento milanese della 59^ Esposizione del Ciclo e Motociclo, CyberScooter si sta preparando per aggiornamenti quotidiani in diretta con tutte le novità e curiosità che sicuramente non mancheranno.
Infine veniamo a parlare del CyberScooter Club che da alcuni mesi sta creando occasioni di gite di uno più giorni per il centinaio di soci già tesserati e per altri che si stanno avvicinando. Partito quasi per scommessa, ma con tanto, tanto entusiasmo, ha subito contagiato numerosi scooteristi (e motociclisti), divenuti ormai colonne portanti nelle iniziative e soprattutto ha creato occasioni per conoscersi e instaurare numerose amicizie, cosa volere di più?
Buone vacanze a tutti!! 
09.04.01
OSCURATO CYBERSCOOTER! NON PERMETTERE CHE ACCADA!
Art. 19 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo:

Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.

Belle e condivisibili parole, direte voi, ma cosa ci fanno nella home page di un sito dedicato ai maxi scooter?
Forse molti non se ne sono accorti, anche perché sui mezzi di 'informazione' se ne è parlato ben poco, ma lo scorso 4 Aprile il Governo Italiano ha varato una legge che nega di fatto l'articolo in questione, nonché altri articoli della Costituzione Italiana.
La nuova legge sull'Editoria (62/2001) infatti, fortemente voluta dalla Federazione Nazionale Stampa Italiana, obbliga chiunque faccia 'informazione' attraverso un sito internet alla sua registrazione presso il Tribunale della città ove risiede 'l'Editore' e alla definizione di un Direttore Responsabile iscritto all'Ordine dei Giornalisti. In caso contrario incorre nel reato di 'stampa clandestina' punito con la reclusione fino a due anni o con la multa fino a 500.000 lire!!

Si tratta della quasi totalità dei siti prodotti in Italia che, fatta eccezione per quelli di carattere meramente commerciale, si troverebbero nelle condizioni di chiudere i battenti o adeguarsi attraverso un processo lungo, costoso e in molti casi impraticabile.
Ad onor del vero, la legge fa un distinguo fra siti che pubblicano informazioni a scadenza periodica e chi occasionalmente, un sottile distinguo le cui possibilità interpretative vi lasciamo immaginare e che limita l'obbligo per questi ultimi alla pubblicazione del nome e indirizzo dell'Editore e dello 'Stampatore' in uno spazio all'interno del sito. Stampatore? La definizione data è questa, e già potrebbe farci dubitare della competenza di chi l'ha scritta, potremmo forse identificarlo con il Provider, colui che ospita il sito sui suoi server (anche se somiglia più ad un distributore), in questo caso come recita la legge, anche il Provider è responsabile del rispetto della legge da parte dei suoi 'ospiti'.
Se ci guardiamo intorno e vediamo come è affrontata la materia negli altri paesi, ci accorgiamo che solo la Cina e la Malaysia hanno leggi paragonabili alla nostra, ma si tratta anche di paesi dove il rispetto dei 'diritti dell'uomo' è spesso considerato un 'optional'. Quindi, il nostro, un caso unico nei paesi 'autodefinitisi' civili.

Perché è avvenuto tutto ciò?
Diamo la parola al segretario della Federazione nazionale della Stampa Paolo Serventi Longhi che, riferendosi alla nuova legge sull'editoria, ha esultato: "Finisce cosœ, almeno in Italia, l'assurda anarchia che consente a chiunque di fare informazione on line senza regole e senza controlli e garantisce al cittadino-utente di avere minimi standard di qualitá di tutti i prodotti informativi, per la prima volta anche quelli comunque diffusi su supporto informatico".
Se per minimi standard qualitativi, si riferisce a certa stampa, che ha fatto della banalizzazione, dell'approssimazione e dello scandalismo una delle sue caratteristiche distintive c'è da stare 'tranquilli'. In compenso si è chiusa la bocca (o perlomeno ci si prova) a tanti liberi cittadini, che hanno avuto finalmente la possibilità di esprimersi di fronte ad un'audience sconfinata, di persone come loro, per condividere gioie, entusiasmi e dolori e per scambiare informazioni e consigli a 360 gradi senza imposizioni e condizionamenti. Ora tutto ciò è fuori legge e l'informazione ritorna dominio esclusivo della casta dei giornalisti, verificata tramite concorso e amministrata da regolamenti interni, negando così la specificità di Internet, la sua universalità e acentricità.
Ci si è quindi voluto dare uno strumento per censurare le voci scomode? Può darsi, ma forse non solo.
È sotto gli occhi di tutti la crisi di molte grosse società approdate ad Internet con investimenti faraonici, ma idee poco più che banali: equiparando l'editoria 'online' a quella cartacea, si estende la possibilità di finanziare, coi soldi dello Stato (i nostri) i loro insuccessi editorial-commerciali frutto delle strategie di alcuni dei 'migliori' cervelli dell'imprenditoria nostrana. A tal proposito sono già stati stanziati, guarda caso, centinaia di miliardi! Che contribuiranno ad una concorrenza sleale fra 'grandi' e 'piccoli' protagonisti della rete riconducendo Internet alle regole del 'mercato'.
Questa legge, che si rifà a quella sulla stampa del 1948 (e che comprende l'applicazione di un 'regio' decreto del 1846!!) À stata approvata direttamente dalla Commissione Affari Costituzionali in sede deliberante grazie all'accordo sostanziale di TUTTI i gruppi parlamentari.

Con tutto questo, CyberScooter non ha nessuna intenzione di chiudere, anzi, ma attua una giornata di oscuramento per sensibilizzare tutti i suoi lettori, e li invita a firmare la petizione lanciata dalla testata Punto Informatico per una revisione della legge ad opera del futuro 'nuovo' Governo.

Grazie a tutti quelli che ci hanno seguito fin qui e, come sempre, saluti scooteristi, solo un po' inca###ti.

Fabrizio Villa
Direttore Editoriale un po' irresponsabile di questa webzine ad aggiornamento assolutamente occasionale!
 
LINK UTILI:
Punto Informatico
Interlex
12.02.01
AGGIORNAMENTO, BETATESTER E CLUB
Dopo lungo e faticoso lavoro, anche a causa di una ottimistica stima dei tempi e grazie al lavoro degli amici di Sequel, CyberScooter torna on-line.
Il sito è cresciuto velocemente e l'impostazione grafica non reggeva più alla necessità di nuove rubriche, nuovi servizi e collaborazioni. Ecco quindi il primo risultato di un lavoro che si protrae da prima di Natale.
Naturalmente ci saranno diversi problemi iniziali e il "porting" dalla vecchia alla nuova versione degli articoli già pubblicati ci assorbirà ancora per parecchio tempo, questo a discapito degli aggiornamenti che mirano a diventare "quasi" quotidiani.
Non dimenticate che CyberScooter rimane un'iniziativa a livello amatoriale, realizzata nel tempo libero e tirando fuori i soldini dalle nostre tasche!
Ci stiamo orientando però, verso una fase semiprofessionale, perché il tempo libero non basta più e i progetti si fanno più ambiziosi.
Questo non può prescindere dal vostro gradimento e partecipazione, perché così è lo spirito sin dall'inizio e non c'è nessuna intenzione di cambiarlo per appiattirci in un "professionismo" a volte stantio.
Quindi vi chiediamo di aiutarci come "beta tester" segnalando gli eventuali problemi di navigazione, i link malfunzionanti e dando un parere generale sulla nuova veste.
Va da se che faremo il possibile per rimpolpare le varie sezioni di articoli e aspettiamo naturalmente anche i vostri!
Per ultimo, ma forse primo nei nostri cuori, la nascita del CyberScooterCLUB!!
Dopo aver lanciato numerose gite nel corso dell'anno appena trascorso, eccoci vicini all'inaugurazione vera e propria che si terrà domenica 4 marzo dalle ore 10:00 presso il Motobar di via Giacosa 4 a Cinisello Balsamo. Proprio a fianco della concessionaria Pogliani che ha deciso di accompagnarci in questa avventura. Tutti i dettagli alla pagina dedicata nella sezione Club.
 
 
22 Gennaio 2001
SCUSATE IL RITARDO!
Avete perfettamente ragione, da troppo tempo il sito non viene rinnovato, ma non siamo in letargo, non siamo ancora in vacanza e non siamo neppure fuggiti all'estero con la cassa (vuota!), anzi, stiamo lavorando come non mai al restyling di CyberScooter.
Numerose nuove rubriche, un'ottimizzazione dell'esistente e il proposito di passare ad aggiornamenti giornalieri è quello che vi aspetta, ma ci vuole, purtroppo, ancora un po' di tempo. Diciamo che dovremmo farcela per i primi di Febbraio, con l'aiuto... degli scongiuri. Per quell'ora avrete anche informazioni sul CLUB che è in via di costituzione e che, speriamo vi vedrà partecipi delle iniziative che stiamo preparando per l'anno in corso.
Non vi dimenticate di CyberScooter, fra poco ritorna!
 
 
 
COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>