>> GUIDE UTILI
 



 Come scegliere: 2^ parte
21/05/009
 · Lo scooter URBANO
Leggi anche: lo scooter 'ideale', scooter 'non solo urbano', scooter 'tuttofare', scooter 'extraurbano'

Questo profilo prende in considerazione chi si muove esclusivamente in ambito urbano o anche per brevi spostamenti nell'extraurbano, ma non necessita di accedere a superstrade tangenziali ed autostrade, per questo la cilindrata ideale può limitarsi a 125cc, con il vantaggio di poter utilizzare la patente B. Naturalmente possono essere consigliabili anche cilindrate leggermente superiori, tipicamente 150/200cc, che permettono di accedere ad una fascia assicurativa più competitiva, pur mantenendo pesi, ingombri e costi pressoché invariati, visto che in genere gli stessi modelli sono disponibili sia con propulsori da 125 che da 150/200cc.
Ricordate sempre le velocità massime nei vari contesti:
Città:
velocità massima 50km/h, limitata a 30km/h (o inferiore) oppure estesa a 70km/h ove indicato.
Extraurbano:
velocità massima 90Km/h, limitata a 70km/h (o inferiore).



Testo: Fabrizio Villa
Foto: archivio CyberScooter





Adiva AD

 


Suzuki Sixteen

L'IDEALE IN CITTA'
Veniamo subito alle caratteristiche che lo scooter 'ideale' dovrebbe avere per muoversi agevolmente in città:
- compatto e leggero per non stancare nei brevi spostamenti, nei parcheggi e nelle manovre a motore spento.
- maneggevole e con un ampio raggio di sterzo per risalire le code, fare zig-zag nel traffico e invertire facilmente la marcia quando serve.
- scattante per non rimanere imbottigliato nel traffico automobilistico e abbastanza veloce per i trasferimenti nelle arterie a scorrimento 'veloce'.
- capiente, per poter alloggiare, meglio se sotto chiave, gli infiniti oggetti che ci possono servire e/o per fare la spesa.
- protettivo per ripararsi da pioggia e freddo, soprattutto se l'utilizzo non si limita al periodo estivo.
- confortevole, anche se i tragitti sono brevi, ma magari frequenti, perché le strade sono spesso 'malmesse' e una sella poco imbottita o sospensioni troppo rigide rendono gli spostamenti inutilmente faticosi
- ma anche economico all'acquisto, nei consumi e nella manutenzione perché in genere si è poco disposti a spendere per veicoli di uso 'utilitaristico'
- e soprattutto sicuro, perché proprio nel traffico urbano si concentrano le maggiori possibilità d'incidente, a causa del sovraffollamento, delle condizioni stradali, della fretta cronica e di una disattenzione sempre più diffusa.
- nessuna problema invece per le norme antinquinamento, visto che gli scooter attualmente disponibili sono tutti omologati Euro 3 e che l'Euro 4 non arriverà prima del 2012.
Purtroppo uno scooter con tutte queste caratteristiche non esiste, ma puoi avvicinarti al tuo ideale rifacendoti alle modalità di utilizzo, alle caratteristiche e alle necessità di tua preferenza.



Honda S-Wing

 


Peugeot Satelis Urban


Le indicazioni successive fanno riferimento ai soli modelli attualmente in produzione (verranno aggiornati annualmente), con particolare attenzione ai modelli testati, di cui abbiamo informazioni verificate.
Complessivamente abbiamo analizzato ben 60 modelli fino a 125cc (con due outsider di cui parleremo più avanti), che fanno riferimento alle aziende trattate nella sezione Modelli (in cui potete trovare test, prove e informazioni dettagliate).
Purtroppo ci è impossibile trattare tutti i marchi, soprattutto quelli che oggi ci sono e domani chissà...




Aprilia Scarabeo 100

>> Selezione per UTILIZZO
1. Sporadico nella bella stagione
Abbiamo valutato scooter particolarmente a basso costo (con qualche eccezione), tutti 125 (tranne ove indicato), particolarmente leggeri e maneggevoli, ma non altrettanto veloci, capienti e protettivi, dato l'uso saltuario.
Eccoli in ordine alfabetico:
Aprilia Scarabeo 100, Sportcity One;
Honda Lead 110;
Kymco Agility, Agility R16, Agility RS, Like, Super 8, People, People S;
Peugeot Sum Up;
Piaggio Fly 125, Liberty 125;
Sym Fiddle II, Mio, Symphony, Symply 2, VS;
Vespa LX, LXV, S;
Yamaha Vity, Cignus X.



Yamaha Vity



Gilera Runner ST

>> Selezione per UTILIZZO
2. Continuativo, tranne in caso di pioggia o freddo eccessivo
Rispetto ai precedenti hanno una maggiore abitabilità, dotazioni superiori, motori più performanti, e alcuni una maggiore disponibilità di spazi bagaglio e protezione aerodinamica.
Eccoli in ordine alfabetico:
Aprilia Scarabeo, Sportcity Cube;
Gilera Runner ST;
Honda PS, SH,
Malaguti Centro;
Kymco Dink;
Peugeot LXR,
Piaggio Carnaby,
Suzuki Buergman, Sixteen;
Sym HD Evo,
Vespa GTS Super



Sym HD Evo



Honda S-Wing

 

>> Selezione per UTILIZZO
3. Quotidiano, tutto l'anno e con qualsiasi condizione meteo
Cresce la protezione dagli agenti atmosferici, migliorano le dotazioni, il comfort, aumentano gli spazi bagaglio e di conseguenza dimensioni, pesi e prezzi (non sempre), ma in alcuni casi anche le prestazioni:
Adiva AD, AR;
Gilera Nexus;
Honda S-Wing;
Malaguti Blog, Madison 3;
Kymco Downtown;
Peugeot Geo, Geopolis, Sat, Satelis;
Piaggio Beverly Tourer, X7
Sym Joyride Evo,
Yamaha Majesty, X-City, X-Max



Piaggio Beverly Tourer



Piaggio MP3 250 LT

>> Selezione per CARATTERISTICHE PREVALENTI
1. Soprattutto sicuro
La nostra miglior scelta dal punto di vista della sicurezza non è un 125 (!), ma non abbiamo barato, abbiamo solo 'pescato' un outsider giustificato. Come anticipato nell'articolo introduttivo, la soluzione che offre maggiore sicurezza attiva sono le tre ruote basculanti, ma visto che il Piaggio MP3 125 non è distribuito in Italia, abbiamo deciso di fare un'eccezione proponendovi il modello 250 LT, che grazie all'omologazione da 'trike' può essere guidato con la patente B, senza avere accesso a superstrade, tangenziali ed autostrade, quindi come destinazione d'uso 'assomiglia' molto ad un 125, anche se il prezzo è inevitabilmente superiore.
Seguono a ruota (una in meno...) i due modelli dotati di frenata combinata ABS, entrambi Peugeot: il Geopolis Urban e il Satelis Urban, che non costano neppure molto più degli altri veicoli di pari livello, quindi sono sicuramente la scelta migliore nel rapporto sicurezza-prezzo. Avrebbe potuto essere considerato anche l'Honda S-Wing 125 ABS, prodotto in Italia, ma venduto solo all'estero...
Meritano una menzione anche i modelli con frenata combinata:
Aprilia Scarabeo 125, tutti i modelli Honda e Suzuki




Peugeot Geopolis Urban



Kymco Agility R16

 

>> Selezione per CARATTERISTICHE PREVALENTI
2. Semplice ed economico
Per chi vuole spendere il meno possibile sono disponibili modelli essenziali, ma comunque curati, anche meglio di quanto ci si possa aspettare, con prezzi a partire da poco più di 1500 Euro. Arrivano quasi tutti dalla Cina, ma sotto il controllo qualità di marchi garantiti. Eccoli in ordine di prezzo (ad oggi), dal più economico fino al limite simbolico di 2000 Euro:
Sym Symphony, Kymco Agility, Sym Symply 2, Sym Fiddle II, Sym Symphony S, Kymco Agility R16, Sym Mio 100, Kymco Agility RS, Kymco Like, Kymco Super 8, Peugeot Sum Up e Kymco People.



Sym Symphony

 



Peugeot Satelis Compressor

 


Honda SH

>> Selezione per CARATTERISTICHE PREVALENTI
3. Scattante e veloce
Abbiamo valutato i dati di potenza e coppia massima, senza dimenticare i pesi e i responsi dei test su strada.
La potenza massima è limitata per legge ad 11kW, anche se sono solo quindici i modelli ad arrivare a questo traguardo, le possibilità di fare la differenza si giocano quindi sui valori di coppia massima, abbinata a peso e taratura di cambio e trasmissione.
Fra tutti i modelli spicca per la coppia massima il Peugeot Satelis Compressor, che grazie alla soluzione del compressore volumetrico raggiunge ben 16Nm di coppia massima, quando il più potente degli altri, il Kymco Downtown, arriva a 12,6Nm e solo pochi altri totalizzano 12Nm tondi. Peccato che entrambi i modelli citati siano anche i più pesanti, ma del Peugeot abbiamo conferma delle prestazioni nel test su strada, mentre il Kymco non è ancora disponibile per le prove.
Come allungo e velocità massima, assieme ai modelli citati dovrebbero fare meglio (dovrebbero perché non tutti sono stati testati): Malaguti Madison 3, tutta la gamma Peugeot tranne il Sum Up, Piaggio Beverly Tourer, Carnaby ed X7, Gilera Nexus, Vespa GTS Super.
Dal responso delle nostre prove però gli scooter più scattanti non sono necessariamente quelli coi dati numerici più elevati, visto che (fra i modelli testati) è difficile fare meglio di Honda SH, PS e Suzuki Sixteen nelle partenze da fermo.
Come outsider considerate anche il Vectrix, che a dispetto del motore elettrico è decisamente scattante in ripresa, e a batterie cariche sfiora i 100km/h, del resto si guida con patente B, come un 125, ma può andare in autostrada, anche se per brevi tratti ovviamente...
Con una cilindrata doppia rispetto ai competitor anche il Piaggio MP3 250 LT non se la cava affatto male in ripresa, arrivando a battere tutti in velocità massima (che non potrà mai raggiungere legalmente, essendo escluso dalle autostrada).



Kymco Downtown

 


Suzuki Sixteen



Adiva AD

>> Selezione per CARATTERISTICHE PREVALENTI
4. Confortevole e protettivo
La maggior parte dei 125 sono privi di carenatura, quindi offrono riparo praticamente solo alle gambe, qualcuno ha un piccolo cupolino, ma i modelli che offrono una protezione sopra la media sono una minoranza.
Su tutti spiccano ovviamente i due modelli Adiva, AD ed AR entrambi dotati di ampio parabrezza con tergicristallo e tetto removibile, tanto da poter sostituire un'auto a tutti gli effetti (l'AD anche per capacità di carico) e non costano neppure una follia (peccato si ostinino a non farceli provare!)
Fra i modelli tradizionali invece, quelli più protettivi e comodi sono: Gilera Nexus; Honda S-Wing; Kymco Downtown; Malaguti Madison 3; Peugeot Geopolis e Satelis; Piaggio Beverly Tourer ed X7, Yamaha X-City ed X-Max.
Da considerare allo stesso livello anche i due outsider, Piaggio MP3 LT e Vectrix.



Adiva AR



Vectrix

>> Selezione per CARATTERISTICHE PREVALENTI
5. Tecnologico e 'stiloso'
Sono da preferire, a livello tecnologico, tutti gli scooter ad iniezione elettronica e raffreddamento a liquido, con una particolare citazione al Peugeot Satelis Compressor che grazie al compressore volumetrico vanta una soluzione unica nel panorama motociclistico. Unici sono anche i due outsider, Piaggio MP3 250 LT per le tre ruote basculanti e Vectrix per la propulsione elettrica.
Da segnalare anche una chicca, il piccolo Honda Lead 110 che vanta un motore ad iniezione elettronica raffreddato a liquido per poco più di 2000 Euro.
Ma fra i più stilosi è impossibile non citare i modelli Vespa che con la GTS Super raggiunge anche un ottimo livello tecnologico.



Vespa GTS Super



Adiva AR

>> Selezione per NECESSITA' IMPRESCINDIBILI
1. Sella bassa
Se la statura impone una seduta vicina al suolo, non limitatevi all'altezza da terra della sella, ma valutate anche che non sia troppo larga e che la pedana offra svasature per non dover allargare le gambe. I modelli che più si distinguono da questo punto di vista, con il riferimento all'altezza sella sono:
Adiva Ad e AR a 700mm, Sym Mio 100 a 710, Yamaha Vity a 730, Suzuki Burgman a 735 e Honda Lead 110 a 740, tutti gli altri sono sopra i 760mm.



Sym Mio 100



Sym Mio 100

>> Selezione per NECESSITA' IMPRESCINDIBILI
2. Dimensioni e peso contenuto
Delle misure tipiche prendiamo in esame solo la lunghezza, visto che la larghezza viene misurata alternativamente agli specchi, al manubrio o alla carenatura, risultando così praticamente incomparabile. Più attendibile il peso (a secco di liquidi e carburante), anche se molte aziende stanno prendendo la cattiva abitudine di non dichiaranlo, escludendo di fatto i propri modelli da queste valutazioni.
Fra tutti spicca il Sym Mio 100 che è il più corto (1720mm) e il più leggero (87,5kg). L'unico altro scooter sotto i 100kg è l'Aprilia Scarabeo 100 (88kg), che però è lungo 1905mm (comunque sotto media). Ampiamente sotto media anche l'Honda Lead 110 con 114kg (dichiarato con il pieno) per 1835mm. Da segnalare infine Kymco Agility, Yamaha Cignus X e Vity, Sym Fiddle II e VS.




Honda Lead 110



Adiva AD

>> Selezione per NECESSITA' IMPRESCINDIBILI
3. Ampi vani bagaglio
Svetta fra tutti l'Adiva AD che può ospitare due caschi integrali ed altri oggetti nell'enorme baule integrato, più un casco demi-jet nel sottosella.
Gli altri modelli che riescono a contenere due caschi integrali o una valigia 24 ore sono pochissimi: Peugeot Sat e Satelis (non il Compressor che si ferma a uno) Suzuki Burgman e Yamaha X-Max.



Suzuki Burgman



Piaggio X7

>> Selezione per NECESSITA' IMPRESCINDIBILI
4. Bassa appetibilità ai furti
La logica è piuttosto semplice, più gli scooter sono diffusi, più sono di moda e più saranno a rischio furto, al contrario andando verso il fondo della classifica di vendita s'incontrano i modelli meno rubati. Controllate nella Top100 (anche degli anni precedenti), se non ci trovate il modello che state valutando potrete dormire tranquilli, anche parcheggiandolo in strada (qui trovate i consigli sugli antifurti).



Yamaha Vity



Honda Sh

>> Selezione per NECESSITA' IMPRESCINDIBILI
5. Alta rivendibilità
Vale esattamente il discorso opposto, i modelli più venduti, sono anche quelli che conservano la maggiore quotazione negli anni. Ma non è l'unico parametro, valutate anche la longevità del modello sul mercato, se si tratta di una serie speciale o di un modello di nicchia. La BMW C1 ad esempio, è più ricercata ora come usato di quando era in commercio. Vogliamo fare due nomi a caso su due modelli di sicura rivendibilità? Honda SH e Piaggio Liberty!



Piaggio Liberty



Sym Symphony

 


Piaggio Liberty

>> Selezione per COSTI
1. Prezzo non superiore a... 2000 Euro
In ordine crescente: Sym Symphony, Kymco Agility, Sym Symply 2, Sym Fiddle II, Sym Symphony S, Kymco Agility R16, Sym Mio 100, Kymco Agility RS, Kymco Like, Kymco Super 8, Peugeot Sum Up e Kymco People.
1. Prezzo non superiore a... 2500 Euro
In ordine crescente: Yamaha Vity, Piaggio Fly, Honda Lead 110, Sym VS, Aprilia SportCity One, Yamaha Cignus X e Kymco People S.
1. Prezzo non superiore a... 3000 Euro
In ordine crescente: Piaggio Liberty, Sym HD Evo, Aprilia Scarabeo 100, Peugeot LXR, Malaguti Centro e Blog, Sym Joyride Evo, Aprilia Scarabeo, Kymco Dink, Honda PS, Honda SH (disco/tamburo) e Suzuki Sixteen.
Poi ce n'è per tutti i gusti arrivando fino ai 4500 Euro della Vespa GTS Super, a parte gli outsider con i 6000 di Piaggio MP3 LT e i 7795 del Vectrix!



Yamaha Vity

 


Vespa GTS Super



Honda Sh

>> Selezione per COSTI
2. Consumi contenuti
È scandaloso, ma nessuna azienda dichiara il dato sul consumo secondo le normative ECE, non solo, la maggior parte non dichiara proprio nulla! In linea generale considerate comunque che i modelli ad iniezione elettronica e raffreddamento a liquido offrono il miglior compromesso fra prestazioni e consumi.
Guardando ai rilevamenti dei mezzi provati su strada: con l'Honda SH 125i my 2009 abbiamo percorso 29,6km/litro; con il Suzuki Burgman una media di 26km/litro e con il Piaggio Fly non abbiamo superato i 23.



Suzuki Burgman



Gilera Nexus

>> Selezione per COSTI
3. Tagliandi poco frequenti
Oltre alla perdita di tempo, più spesso si fanno i tagliandi e più si spende (in genere) per questo è importante capire gli intervalli effettivi (escluso il controllo ed eventuale sostituzione dell'olio motore). I migliori sono sicuramente Gilera Nexus e Vespa GTS Super che richiedono una pausa in officina solo ogni 10.000km (o un anno) e lo stesso vale per Piaggio MP3 250 LT. Tutti gli altri modelli Adiva, Aprilia, Piaggio, Sym (non tutti), Vespa e Yamaha richiedono una sosta ogni 6.000km. Peugeot li chiede ogni 5.000, Honda, Malaguti, Suzuki e Kymco ogni 4.000 e Sym HD e Joyride ogni 3.000. Per Vectrix l'appuntamento (poco oneroso) è ogni 6 mesi.



Vespa GTS Super


Riassumendo
1. Selezionate i parametri per voi più importanti e verificate i modelli che si presentano con più frequenza, in questo modo potete restringere la rosa dei candidati.
2. Approfondite la conoscenza di questi modelli leggendo i test e le prove della redazione e dei lettori/collaboratori nella sez. Modelli.
3. Visitate i concessionari della vostra zona per verificare i prezzi effettivi e cercate di effettuare un giro di prova (fondamentale!).
E dopo aver effettuato l'acquisto e aver percorso un po' di chilometri mandateci la vostra prova da pubblicare (o semplicemente raccontateci se questa guida ha funzionato!).

 

<<< COME SCEGLIERE
pag 1/6
NON SOLO URBANO >>>
pag 3/6
TUTTOFARE >>>
pag 4/6
EXTRAURBANO >>>
pag 5/6
SPORT/TOURER
pag 5/6


COPYRIGHT CyberScooter, tutti i diritti riservati, per informazioni e contatti clicca QUI>>>